Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 29/02/2020, 12:25

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 06/01/2020, 19:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
per i cursori è probabilmente un mio preconcetto...
ma mi piace di più la randa inferita... l'inferitura resta sempre uniforme..
(il mio albero è un grissino... distribuire gli sforzi uniformemente gli fa solo bene...)
In più ho l'apertura della canaletta molto sopra il boma per cui, per non togliere e mettere tutti i cursori ogni volta, mi toccherebbe lasciare la randa molto alta sul boma.

Non ultimo, il fatto che la canaletta così interna e la forma del profilo dell'albero fa si che gli eventuali cursori di nylon vengano "strappati" quando la vela si apre oltre i 45 gradi.. (vengono tirati verso fuori perchè la vela fa leva sul profilo..)
e si spaccano.... esperienza già avuta dal mio velaio con altri micropomi...

per le stecche invece,
le stecche full batten devono avere un "riscontro" in appoggio sull'albero per reggere la spinta della stecca.. non c'è dubbio..
puo' essere un cursore (ossia un oggetto che va inferito), ma c'è il problema della rottura di sopra.. e dell'impossibilità della vela di aprirsi oltre i 45 gradi.
o un semplice puntastecche (non inferito ma semplicemente in appoggio sulla canala o sul profilo dell'albero), un po' come se fosse una stecca corta..

questa è la soluzione che ho in mente al momento:
sfruttando la parte iniziale vicina all'inferitura che è con i bordi paralleli si può far in modo che un primo puntastecche venga vincolato senza possibilità di muoversi a destra o sinistra...
(lo si fa appena più stretto di quel tratto di profilo)
dietro di lui, in battuta, viene messo il vero puntastecca, libero a questo punto di aprirsi anche a 90 gradi...
in pratica il primo puntastecche porta il punto di battuta per il secondo puntastecche fuori dal profilo incassato dell'albero, risolvendo il problema della inferitura incassata che non permette l'apertura della vela.

tutto chiaro?
può funzionare?
serve un disegno? :lol:

devo verificare che il primo puntastecche non si impunti sotto la pressione della stecca...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 13/01/2020, 16:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
nessun commento?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 13/01/2020, 18:14 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12853
Località: Arese
guru70 ha scritto:
nessun commento?



guru70 ha scritto:
tutto chiaro?
può funzionare?
serve un disegno? :lol:


Sei sempre troppo chiaro, finisce che non c'è nulla da commentare :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 14/01/2020, 11:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
ieri riflettendo e' uscito un altro problema che sorgerebbe a fare la randa square top con i cursori...

non volendo inferirli ogni volta, si fanno fermare prima dell'apertura nella canalina e questo fa si che la randa ammainata stia "alta" sul boma...

Ma la vera questione e' che:
Avendo l'ultima stecca a 45 gradi per sostenere lo square top, tutta quella parte resta sempre "a riva".. e non e' poco..

per tirarla giu' bisogna necessariamente sfilare tutti i cursori dalla canalina... (e reinfilarceli quando si vuole issare) una bella seccatura.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 14/01/2020, 11:45 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12853
Località: Arese
guru70 ha scritto:
ieri riflettendo e' uscito un altro problema che sorgerebbe a fare la randa square top con i cursori...

non volendo inferirli ogni volta, si fanno fermare prima dell'apertura nella canalina e questo fa si che la randa ammainata stia "alta" sul boma...

Ma la vera questione e' che:
Avendo l'ultima stecca a 45 gradi per sostenere lo square top, tutta quella parte resta sempre "a riva".. e non e' poco..

per tirarla giu' bisogna necessariamente sfilare tutti i cursori dalla canalina... (e reinfilarceli quando si vuole issare) una bella seccatura.


Beh li infili prima di uscire, 3 minuti di tempo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 14/01/2020, 14:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
in effetti....
:roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 27/01/2020, 1:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
ritorno sull'argomento perchè non è ancora definita la soluzione ottimale per la nuova randa...

in settimana ho provato ad adattare dei cursorONI.. che permettono alla ralinga e all'eventuale stecca full batten di uscire dalla "cava" dell'albero e di aprirsi senza problemi...

Soluzione senza dubbio più "tradizionale", che pero' ha il vantaggio che l'usura si concentra su parti robuste (il cursore di vetroresina e la controparte in inox)
mentre l'altra soluzione con i due "puntastecche" concentrava l'usura sulla tela fra i due... decisamente meno durevole.

Inoltre, visto che la ralinga si ferma qualche decina di mm prima, guadagno qualche cmq di vela... (in stazza) visto che si misura il tessuto e i cursori non contano.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 28/01/2020, 0:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/11/2013, 23:49
Messaggi: 296
Località: venezia
guru70 ha scritto:
Inoltre, visto che la ralinga si ferma qualche decina di mm prima, guadagno qualche cmq di vela... (in stazza) visto che si misura il tessuto e i cursori non contano.



Le rande full batten nn sono ammesse nel regolamento micro... sempre se con quel “in stazza”
Intendevi stare in classe micro

Ciao buon vento

_________________
http://www.unsecondo.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 28/01/2020, 1:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2964
Località: (UD)
enzo betty ha scritto:
Le rande full batten nn sono ammesse nel regolamento micro... sempre se con quel “in stazza”
Intendevi stare in classe micro

certo che intendo stare in classe micro..

non ci siamo capiti...
Conosco a memoria il regolamento... l'ho tradotto io...
Certo, una randa completamente full batten non è permessa...

Ma il limite sulle stecche è che la stecca più alta non deve essere più lunga di 45% E e le due in basso max 33% E (dove E è la lunghezza della base)
La posizione della prima stecca deve essere ad almeno 20%P dalla penna.

siccome per me E è circa 2,60m... la stecca in alto deve essere più corta di 1.17m ....
direi con un po di attenzione viene tranquillamente fuori a tutta lunghezza... (full batten)
le due piu' in basso saranno sempre e comunque corte.

Poi c'è il discorso a parte per la stecca a 45 gradi che sorregge la penna quadra invece della tavoletta...
Anche lei permessa e non viene conteggiata come stecca sulla balumina ma come stecca di testa(a se)...
Basta che non ci sia anche la tavoletta.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Ancora randa micropomo
MessaggioInviato: 28/01/2020, 9:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/11/2013, 23:49
Messaggi: 296
Località: venezia
guru70 ha scritto:
enzo betty ha scritto:
Le rande full batten nn sono ammesse nel regolamento micro... sempre se con quel “in stazza”
Intendevi stare in classe micro

certo che intendo stare in classe micro..

non ci siamo capiti...
Conosco a memoria il regolamento... l'ho tradotto io...
Certo, una randa completamente full batten non è permessa...

Ma il limite sulle stecche è che la stecca più alta non deve essere più lunga di 45% E e le due in basso max 33% E (dove E è la lunghezza della base)
La posizione della prima stecca deve essere ad almeno 20%P dalla penna.

siccome per me E è circa 2,60m... la stecca in alto deve essere più corta di 1.17m ....
direi con un po di attenzione viene tranquillamente fuori a tutta lunghezza... (full batten)
le due piu' in basso saranno sempre e comunque corte.


Poi c'è il discorso a parte per la stecca a 45 gradi che sorregge la penna quadra invece della tavoletta...
Anche lei permessa e non viene conteggiata come stecca sulla balumina ma come stecca di testa(a se)...
Basta che non ci sia anche la tavoletta.



scusami ho un concetto diverso di randa full batten ....

ci vedremo in regata ciao

_________________
http://www.unsecondo.com


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it