Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 25/09/2020, 12:36

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: (Quell'altro ramo del) Lago di Garda
MessaggioInviato: 05/09/2020, 0:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 232
Località: Brescia
Finalmente pronti per ripartire!
Stavolta abbiamo tutta la settimana, il target è arrivare fino a Riva del Garda, all'estremo nord del lago!
("Minchia che bravi" direte... :lol: , ma su un lago siamo, e più in là di così non possiamo andare!)

Primo giorno - domenica
Domenica, con tutta calma partiamo da casa appena dopo pranzo, un'ora tra viaggio, scarica/carica e siamo in barca al nostro gavitello, finalmente!
Ma maledetti insetti e gabbiani, è tutta da pulire. Decidiamo di fare con calma, diamo una bella pulita a tutta la coperta, e già che ci sono anche all'opera morta, una barca pulita e splendente fa tutta un'altra figura! ;)
Verso sera ci infiliamo in porto, non diamo fastidio a nessuno e possiamo scendere a terra per un'ottima cena inaugurale.

Secondo giorno - lunedì
Lunedì, è ora di partire!
Usciamo dal porto, fuori le vele e via, inizia il viaggio. Bordeggiamo in direzione nord, con 10-12 kn di pelér (tipico vento del garda, che spira da N dalle prime ore della notte più o meno fino a mezzogiorno).
Le previsioni però non sono buone, e da SW inizia a coprirsi tutto. Mi arriva anche il messaggio di un amico, che preoccupato mi avvisa che da lui c'è già un bel temporale.
Controllo il radar (precipitazioni), dovrebbe passarci tutto a sud... ma mi fido poco. Siamo davanti a Manerba, decido di entrare a Porto Dusano (marina privato che racchiude il vecchio porto comunale).
Per fortuna troviamo subito gli ormeggi temporanei, non facciamo in tempo ad ormeggiarci all'inglese che inizia a piovere!
Vabbè, è ora di pranzo, ne approfittiamo per testare la dinette. Stappiamo una bottiglia di rosso, e buon appetito.
Nel frattempo il temporale passa, la temperatura si rialza. Usciamo dal porto per due bordi ed un bel bagno.
Ma per la notte danno ancora brutto, così decidiamo di rientrare in porto belli tranquilli (non conosco ancora tutti i porti del lago, col senno di poi abbiamo preso la decisione giusta. Il porto successivo salendo verso N - Porto Torchio, sempre a Manerba - non ha ormeggi temporanei!).
Allegato:
Commento file: Piove...
20200817_01.jpg
20200817_01.jpg [ 572.16 KiB | Osservato 177 volte ]


Terzo giorno - martedì
Ha piovuto tutta notte, ed al mattino non ha ancora smesso.
Noto con molta soddisfazione che nonostante la differenza di temperatura tra interno ed esterno non c'è un filo di condensa. Grande Etap, tutta ben isolata! 8-)
Tra una piovuta e l'altra ne approfitto ed impiombo la cima presa pochi giorni fa alla catena dell'ancora: adesso abbiamo una linea di ormeggio super seria, 30 m di cima 3 legnoli Ø14 mm Gottifredi&M, 10 m di catena calibrata Ø8 mm Rigamonti, grillo da 10, giunto girevole e Kobra da 8 Kg! (sull'ancoraggio però aprirò un post dedicato, ho bisogno di pareri e consigli)
Finalmente smette di piovere, torna il sole e si riparte.
L'idea sarebbe di arrivare a Toscolano Maderno, ma con gennaker filiamo a 5/6 kn, peccato fermarsi!
Decidiamo di proseguire fino a Gargnano. Chiamo il Marina di Bogliaco, hanno un posto per noi. Scoprirò troppo tardi il prezzo, altrimenti ciaone a tutti e piuttosto mi sarei messo in cappa rischiando il pelèr per tutta la notte! (no, non è vero).
Marina bellissimo, tipo quelli seri che ci sono al mare. Posto da ricchi che parlando in cirillico sorseggiano apritivi su gran motoscafoni.
...75 € mi chiedono!!!!!!!!!!!!!
Dopo aver esposto le mie perplessità in maniera abbastanza colorita la ragazza al banco mi dice "Dai, va bene 60". E stoca**o :lol: Comunque mi faccio un'ottima doccia...
Ci avanza in un gavone una bottiglia di champagne, decidiamo di comune accordo che è l'occasione ideale per stapparla, visto che siamo praticamente gli unici a mangiare in barca (non oso immaginare i prezzi del ristorante del marina, che mi era comunque stato consigliato dalla gentil donzella di prima).
Faccio amicizia con l'armatore di un comet, che - bestia rara sul lago, come noi - dorme in barca con la moglie. Mi regala anche una pastiglia di amuchina per il serbatoio dell'acqua!
Allegato:
Commento file: Impiombatura cima-catena
20200818_02.jpg
20200818_02.jpg [ 289.21 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Scogliera di Manerba
20200818_03.jpg
20200818_03.jpg [ 717.78 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Scogliera di Manerba
20200818_04.jpg
20200818_04.jpg [ 525.89 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Capitan Findus
20200818_05.jpg
20200818_05.jpg [ 416.05 KiB | Osservato 177 volte ]


Quarto giorno - mercoledì
Usciamo dal marina con una leggerissima brezza, saliamo piano piano facendo ping-pong tra sponda bresciana e sponda veronese.
Nel pomeriggio parte l'òra (altro vento tipico del lago che soffia da S). Perfetto, fuori il gannker e via, 5...5.5...6...6.5 kn! Che spettacolo!!
Fino a che il vento aumenta, ed una bella straorza ci riporta alla realtà :lol:
Giù il gennaker, siamo mica in regata!
Adesso c'è da decidere se passare la notte a Limone o a Riva. Passiamo davanti a Limone, che paesaggi ragazzi, sembra una cartolina!
Però... chi ha messo giù gli ormeggi temporanei era un gran burlone, ce ne sono parecchi, ma sono direttamente sulla passeggiata, non hanno alcun riparo e sono esposti a tutto quello che arriva, che sia vento o che sia onda, che arrivi da nord, est o sud. Se non è notte di bonaccia sarà un incubo!
Nein, non dobbiamo espiare alcun peccato grave, decidiamo di proseguire verso Riva.
Chiamo il circolo Fraglia Vela, consigliatomi da più persone. Nei tre giorni successivi avranno una regata di optimist con 680 iscritti (!!!), non sanno se c'è posto, e quando richiamo dopo 10 minuti come da istruzioni...c'è la segreteria, gli uffici sono chiusi! Che bello scherzo del... lasco.
Fa niente, proseguiamo. All'imboccatura del porto mi si affianca una barca che sta entrando, è sicuramente uno del circolo. Mi dice che posto ce n'è di sicuro. Bene, entriamo e ci ormeggiamo su un pontile mezzo vuoto (l'altro mezzo è pieno di gommoni, immagino per la regata).
Passo in ufficio, ma tra barchini e bambini sono talmente incasinati che mi danno il benvenuto e mi liquidano in 30 secondi ("Va bene va bene, stai pure lì, ma solo per stanotte mi raccomando!"). Che bello, ormeggio aggratis con acqua ed elettricità, che peraltro non usiamo.
Ne approfittiamo per fare una bella passeggiata per il paese, che ho sempre attraversato soltanto in moto.
Se siete in zona fate un salto, merita.
Allegato:
Commento file: Castello di Malcesine
20200819_07.jpg
20200819_07.jpg [ 710.3 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Via di gennaker!
20200819_06.jpg
20200819_06.jpg [ 640.48 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Limone del Garda
20200819_08.jpg
20200819_08.jpg [ 769.4 KiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Le "limonaie"
20200819_09.jpg
20200819_09.jpg [ 1.07 MiB | Osservato 177 volte ]

Allegato:
Commento file: Ormeggiati al Fraglia Vela di Riva
20200819_10.jpg
20200819_10.jpg [ 776.76 KiB | Osservato 177 volte ]


Ultima modifica di Harley il 05/09/2020, 0:26, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (Quell'altro ramo del) Lago di Garda
MessaggioInviato: 05/09/2020, 0:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 232
Località: Brescia
Quinto giorno - giovedì
Il programma sarebbe stato... iniziare la discesa verso S spinti dal famoso pelèr, bordi al lasco, barca dritta etc...
Ma il famoso pelèr ci da buca, calma piatta. Anche i 680 optimist mi sa che dovranno rimandare, bella menata.
Procediamo a circa 1 kn, appena usciti dal confine trentino (dove si può andare solo a vela) decidiamo di accendere il motore, altrimenti dobbiamo prendere un'altra settimana di ferie per arrivare a casa!
Niente, va così tutto il giorno, ogni tanto provo a tirar fuori le vele, ma non ce n'è. Ci godiamo il panorama.
Arriviamo a Toscolano con il serbatoio praticamente vuoto, ma qui non c'è distributore. Rimandamo il rifornimento a domani, ci ormeggiamo al posto dell'altra volta e cerchiamo un buon ristorante per consolarci dalla smotorata di oggi.
Allegato:
Commento file: Partenza da Riva
20200820_11.jpg
20200820_11.jpg [ 613.77 KiB | Osservato 176 volte ]

Allegato:
Commento file: Navigando verso Sud
20200820_12.jpg
20200820_12.jpg [ 473.64 KiB | Osservato 176 volte ]


Sesto giorno - venerdì
Dopo la trafila della benzina, e visto che il pelèr è ancora in sciopero, decidiamo che oggi sarà giornata di relax.
Testiamo la nuova linea di ancoraggio alla Baia del Vento (...), tra Portese e S. Felice, bella rada con un tot di barchini ed un paio di barche a vela.
Funziona tutto a dovere, anche perchè abbiamo 3 m di fondo, niente onda e niente vento. Colgo l'occasione per provare anche l'ormeggio di poppa, che in effetti in queste condizioni non è male.
Ma oggi è il grande giorno, il culmine della vacanza! Stanotte si dorme in rada!
(E qui apro una doverosa parentesi. Perchè la cosa fa notizia?
Di rada ne ho fatta parecchia negli ultimi 15 anni, ma sempre su barche ben più grandi, con equipaggio preparato... e sopratutto in mare, dove se arriva un temporale lo vedi da lontano, le previsioni sono - in generale - più affidabili, e se butta male si cambia rada/lato dell'isola e ci si ridossa meglio.
Il Garda purtroppo ha la tendenza ad essere traditore, se ne frega delle previsioni, e se decide che vuole pioggia e vento, tende ad improvvisare la cosa in tempi brevissimi.
Inoltre è la prima notte passata all'ancora sulla NOSTRA barca. E per la timoniera è la prima notte in rada in assoluto, le ho sempre parlato del tramonto visto dalla parte del mare e non della spiaggia, del cielo stellato, del sole che sorge nel silenzio più totale e del corroborante bagno appena svegli, e finalmente è arrivato il momento di farle provare tutte queste cose.)*

La scelta ricade sulla rada dell'Isola del Garda, che conosco già dal mese scorso. L'isola è ovviamente bassa, non può dare un gran riparo in caso di vento forte, però almeno ferma l'onda e la rada è aperta solo a sud.
Quando arriviamo ci sono ancora un tot di barchini, ma per la notte torneranno a casa praticamente tutti.
Diamo fondo in circa 4 metri su fango e alga, filo 10 m di catena e altrettanti di cima. Per non saperne niente improvviso anche un grippiale con un parabordo (che ci ha provvidenzialmente tenuta libera la prua dalle altrui ancore la mattina successiva).
Bagno, doccia e poi super aperitivo, bottiglia di rosso e pentola a pressione.
Nel frattempo mi organizzo con torcia frontale, torcia di rispetto, coltello da Rambo, app per il monitoraggio della posizione (figata) e non so più cos'altro, pronti per qualsiasi evenienza.
Ho anche un "Piano B", se la situazione peggiora in 20 minuti siamo al porto di S. Felice: abbiamo fatto un'incursione prima di venire qui, così so essattamente dove e come ormeggiare in caso di necessità.
Ci sono due barchini di tedeschi che fanno casino fino alle 2 di notte, li avrei ammazzati. Poi finalmente tutto tace.
E dopo una stella cadente "lunga almeno un metro!" andiamo a dormire.
Le previsioni erano buone, e per fortuna il Garda è stato clemente con noi.
Allegato:
Commento file: Il pranzo dei campioni
20200821_13.jpg
20200821_13.jpg [ 500.71 KiB | Osservato 176 volte ]

Allegato:
Commento file: L'alba
20200822_14.jpg
20200822_14.jpg [ 316.1 KiB | Osservato 176 volte ]

Allegato:
rada.jpg
rada.jpg [ 331.2 KiB | Osservato 176 volte ]


Settimo giorno - sabato
La magia della rada svanisce verso metà mattina, quando iniziano ad arrivare barchini e gommoni a manciate. È ora di andare.
Ci dirigiamo verso Porto Torchio per vedere com'è la situazione, ma come già detto, niente ormeggi temporanei qui.
Il pelèr manca anche oggi, probabile che sia in ferie.
Ne approfittiamo e andiamo a filare ancora all'Isola di S. Biagio, anche oggi relax.
Le previsioni per domani danno temporali nel pomeriggio, ma ho sentito a Porto Torchio da due ragazzi del posto che già in serata il tempo peggiorerà.
Ci dirigiamo verso Moniga, qui c'è un bel marina con alcuni posti temporanei gratuiti.
Siamo ormeggiati sulla parte esterna del molo, e dopo neanche mezz'ora che siamo lì inizia tirare tutto il vento che è mancato in questi ultimi giorni.
Per fortuna tira da N, ce lo prendiamo tutto, ma almeno non ci spinge in banchina, e siamo riparati dall'onda.
Ho misurato 20 kn all'albero, considerando che un minimo di riparo comunque il marina lo offre... al largo ci saranno stati almeno 30/35 kn!
Va avanti per tutta la notte, ma noi chiusi dentro stiamo come dei re, si balla pochissimo e si dorme bene.

Ottavo (ed ultimo) giorno - domenica
Ci svegliamo con lo stesso vento che abbiamo lasciato ieri sera. Mmmm...
Fino a qui è andato tutto bene, ci mancano 2 miglia per arrivare a "casa". Decidiamo di aspettare che cali, e per fortuna verso le 11 si calma.
Sciogliamo gli ormeggi, apriamo mezzo fiocco e ci facciamo spingere a 4 kn fino al nostro gavitello.
Alla fine il Garda ci ha regalato un'ultima veleggiata, degna conclusione di una settimana pressochè perfetta.


---
*PS. Giusto per far capire di cosa parlo, questo video è stato girato l'anno scorso a maggio nel porto fuori dal quale ho la barca. Paura




Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (Quell'altro ramo del) Lago di Garda
MessaggioInviato: 11/09/2020, 22:07 
Non connesso

Iscritto il: 13/02/2020, 17:33
Messaggi: 77
letto come un romanzo, che bello, grazie Harley


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: (Quell'altro ramo del) Lago di Garda
MessaggioInviato: 14/09/2020, 13:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 232
Località: Brescia
Flask ha scritto:
letto come un romanzo, che bello, grazie Harley

Ehhh addirittura....
Mi piace leggere le avventure degli altri, ed in cambio condivido le mie ;)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it