Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 25/04/2019, 5:52

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 03/03/2011, 18:49 
Non connesso

Iscritto il: 12/02/2011, 11:02
Messaggi: 73
Località: Roma
Francesco ha scritto:
Insomma Tramp, te ci stimoli, e tocca tirar fuori le figuracce:
Proprio nel momento di maggior disperazione si alza un bel venticello di mare. Nonostante le titubanze di tutti che mi davano del matto, visto che era severamente vietato andare a vela nel canale, tiro prontamente su l'ancora e alzo il fiocco. :) ...e via. Va tutto bene per le due miglia che ci separavano dal nostro ormeggio. Lo vediamo in lontananza, un sospiro di sollievo, ci avviciniamo e via ritiriamo prontamente il fiocco. Tommy stimonava per avvicinarci, le donne ai lati per controllare i bordi e io a prua per comandare le operazioni.
Barca perfettamente entrata al suo posto senza alcun danno. MIRACOLO!!, abbiamo passato quattro ore "d'inferno", ma alla fine abbiamo avuto anche tanta fortuna. E' lì che ho cominciato a pensare: la vita di mare è dura!! :D


A prescindere dal fatto che cose del genere possono capitare a tutti e in qualsiasi momento, credo che ogni divieto in emergenza vada a farsi friggere. Soprattutto complimenti, a mio avviso l'ormeggio a vela è una manovra di alta marineria! oltre alla buona dose di fortuna di cui parli (comunque sempre necessaria) credo che persone poco esperte non ci sarebbero riuscite senza una buona per non dire ottima capacità

_________________
Il mare non vuole bravi!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 04/03/2011, 9:37 
Non connesso

Iscritto il: 05/11/2009, 18:02
Messaggi: 3741
Grazie, ma avemmo davvero fortuna. Quello che è successo prima invece non è stato causato dalla sfortuna, ma dalla mia voglia di uscire a tutti i costi e questo può essere fatale, bisogna avere sempre la capacità di fermarsi se si vede che c'è qualcosa che non va. Che sia mare o che sia montagna questo tipo di errore provoca sistematicamente vittime.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 08/04/2011, 11:59 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4365
Località: un romano tornato al mare!
A proposito di trasparenze...
Non ho voluto 'sporcare' il bell'intervento di margutte sulle trasparenze croate, ma mi ha fatto ricordare... il contrario!
Allegato:
faccina nonvogliovedere.gif
faccina nonvogliovedere.gif [ 3.27 KiB | Osservato 2677 volte ]

Rimini, forse 1994 o giù di lì, campionato italiano Snipe.
1,5 - 2 miglia dalla costa, vento quasi zero, pennello intelligenza a riva sulla barca Comitato, poco o nulla da fare se non asciugarsi il sudore, concentrazione da piangere...
... l'acqua è verde bottiglia, scuro, ma le bottiglie sono trasparenti, l'acqua nemmeno un po'; sento un rumore strano, continuo, proveniente da riva, e sulle prime non riesco a identificarlo.
Poi capisco: rumore di stoviglie! prodotto dalla teoria sterminata di ristoranti...
Allegato:
faccina nonvogliosentire.gif
faccina nonvogliosentire.gif [ 8.21 KiB | Osservato 2677 volte ]
Non sono più andato a Rimini.
E poi arrivai penultimo!!
Allegato:
FACCINA AUTORANDELLATA.gif
FACCINA AUTORANDELLATA.gif [ 10.45 KiB | Osservato 2677 volte ]

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 28/06/2015, 11:26 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4365
Località: un romano tornato al mare!
Tiro su questo argomento, perché non voglio credere che tanti nuovi arrivati, nell'ultimo anno almeno, non abbiano nulla da raccontare, che possa farci sorridere, pensare, imparare...

Dai, gente! :P

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 28/06/2015, 17:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 01/10/2014, 21:34
Messaggi: 85
Località: Numana
Una infuturazione nell'arcaico!!! grazie Tramp.
CB in barra nautica. Ho una mezza onda e ti copio radio 3 e santiago 7. che tempi!!!

La Maddalena, uno sloop da 30' in legno chiglia lunga di due amici con le loro mogli ed io con la mia futura moglie. Vacanze a Punta Cannone, una coppia a turno appoggiati al villaggio del Turing Club.
Arriva il giorno del rientro a Genova. Paolo con la moglie sono rientrati via traghetto e la portiamo Ugo ed io con le donne. Una crema di mare calmo con moto ondoso in diminuzione. Primo pomeriggio, ancora brezza decente, la foce di un fiume all'altezza dello stagno di Biguglia.

Facciamo un bordo ad uscire?? ma no, siamo ben fuori.....tup-tuuuuup. tu. Insabbiati. L'ondina da mare ci prende e ci deposita più verso riva ed ancora ed ancora mentre tiriamo fuori il fuoribordo e l'armiamo. Niente da fare. Pochi cavalli non ci tirano fuori.

Prendo l'ancora e la porto camminando verso il largo, ci attacco la drizza dello spi ma non funziona, troppa poco catena. Monto in piedi sull'ancora ma ancora non sbanda.

Ed intanto andiamo ancora più a riva. Ci raggiunge un motoscafo che rientrava

salve, questo è il vostro timone????

nella confusione non ce ne eravamo accorti. La pala del timone in legno appesa e senza skeg si era spezzata e galleggiava verso riva.

Ci attacchiamo in quattro al boma fissato alle sartie con amantiglio e drizza spi a contrastare. Quattro scimmioni riescono a a sbandare Motoscafo a tutta forza e poi insieme al nostro fuoribordo e riusciamo finalmente a galleggiare liberi. L'ultima bottiglia di prosecco buono l'hanno bevuta i ragazzi del motoscafo.

Arriviamo a Bastia al tramonto. Entriamo nel porto e....putt-putt. Secondo la legge di Murphy finisce la miscela. Ormeggiamo sottovento e di poppa a scontra randa. Il nostromo del porto corso a rimproverarci ha capito e ci ha fatto gli auguri ( forse di nascosto si è anche grattato ). Una cena triste a bordo ( a terra costa troppo ) e poi a nanna.

La mattina ci sveglia il dondolio di qualcuno che sale a bordo. Era Paolo che ci aveva raggiunto per fare la traversata con noi. Apro il tambuccio e lo vedo seduto nel pozzetto con la mezza pala di timone in grembo. Mi guarda e fa: insabbiati neh?

Riparato il timone nell'acqua del porto avvitando due faccette allla mezza pala e poi avvitandole anche al moncone rimasto partiamo per la traversata.

Vento da Sud mare calmo lasciamo il faro della Giraglia che ci segue col la sua luce per molte miglia aiutandoci a tenere la rotta e ci avventuriamo verso Genova. all'alba Radio Genova ci dà il bollettino del mare. Avevamo deciso di partire e se il bollettino fosse stato negativo saremmo tornati. Il bollettino conferma venti deboli da Sud mare calmo. che qulo!!

Invece no. Con l'avanzare del giorno cresce anche il vento ed il mare posizionandosi a Grecale.
Intorno a noi nessuno, solo tante ochette. decidiamo di allentare l'angolo di bolina per non forzare sul timone. Chiamo Radio Genova e chiedo la ripetizione del bollettino. Conferma venti deboli da Sud mare calmo. Senta Radio Genova stiamo con due mani e con la tormentina. Saranno 30 nodi da Grecale e sta rinforzando. Grazie diramo subito il bollettino locale.

Quattro cinture e noi eravamo in cinque. Le due donne già prese dalla nausea e la barca si arrampicava sull'onda per ricadere nel cavo successivo. La chiglia lunga ha facilitato a tenere la rotta. In quattro fuori nel pozzetto con le facce verdi ed io sottocoperta ( anche in quell'occasione non ho sofferto il mal di mare ) a preparare gallette con le acciughe ed a rispondere a Radio Genova che ci chiamava ogni quarto d'ora per avere notizie.

Carlo debbo andare al bagno.

La mia futura moglie avrebbe voluto arrampicarsi fino al WC che si trovava sopravvento superando tutto quello che caduto dagli stipi ingombrava il pagliolo e togliersi la cerata. Le ho suggerito ( che delicato ) di non togliersi la cintura di sicurezza e di farsela addosso. Poi di alzare una gamba tesa ed aspettare che la prima ondata le facesse il bidet.

Siamo arrivati ad Arenzano che era quasi notte. Avvicinandosi alla costa ligure eravamo sempre più protetti dalle montagne ed abbiamo respirato meglio. siamo entrati ad Arenzano con le vele ben ordinate, le cerate ed i vestiti bagnati stesi ed i baffi di Ugo imperlati di sale.

Abbiamo ormeggiato a fianco di un ferro da stiro con il proprietario che cenava servito dal marinaio. Ci chiese da dove venivamo. Non gli rispondemmo.

_________________
chi si bagna con l'acqua di mare, non si asciuga più
cerco un piccolo gozzo usato


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 29/06/2015, 9:04 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4365
Località: un romano tornato al mare!
Mc Kewoy ha scritto:
La chiglia lunga ha facilitato a tenere la rotta.

Probabilmente vi ha anche risparmiato ulteriori rotture materiali e morali...
Mc Kewoy ha scritto:
...
Abbiamo ormeggiato a fianco di un ferro da stiro con il proprietario che cenava servito dal marinaio. Ci chiese da dove venivamo. Non gli rispondemmo.
Well done..

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 29/06/2015, 9:33 
Non connesso

Iscritto il: 11/05/2012, 9:22
Messaggi: 621
Località: Cremona
Tramp,
provo a leggerti nel pensiero: mmm... OMMM....

Tu vuoi fare un libro con queste esperienze! CONFESSA!

PS: L'idea mi sembra ottima.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 29/06/2015, 10:31 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4365
Località: un romano tornato al mare!
Ma se dal 2009 hanno risposto in 5!!!
Archi prima di farti venire un'idea così, usa meglio il tuo tempo e le tue sinapsi :twisted: :lol:
:roll: Certo, a 100... :mrgreen:

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ...
MessaggioInviato: 29/06/2015, 11:00 
Non connesso

Iscritto il: 11/05/2012, 9:22
Messaggi: 621
Località: Cremona
:lol: Ma io leggo nel retropensiero... altro che sinapsi!

Dai, dateci dentro che ne esce un libello carico di vita vera ed esperienza. Ce n'è moltissimo bisogno e qui tutti hanno qualcosa da raccontare. Forse la sezione più bella di Practical Boat Owner è proprio quella delle "Lessons learned".
Meditate gente! E scrivete!

Archi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Quella volta è successo che ... alla via così!
MessaggioInviato: 28/02/2018, 20:51 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4365
Località: un romano tornato al mare!
Da ragazzo ho avuto la fortuna (perché adesso posso vantarmene... :oops: ) di portare in regata i due fratellini Francesco e Fulvio Cruciani (quelli della attuale veleria 3FL, e di molto altro).
Solo che allora ero io il responsabile cui mamma Ninni aveva affidato i due pargoli (8-10 anni) da svezzare... udite udite... sullo Zef!
Va be' erano i tempi che due barche uguali sulla costa le trovavi a Genova e posti simili; allora a Tarquinia c'erano si e no due FJ, e il resto tutte miste... in classe mista ovviamente.

La regata... non me la ricordo più.
Ma ricordo benissimo il ritorno a terra: non so come né perché, sulla rotta di ritorno, di lasco con discreta onda, perdemmo il timone in acqua. Ovviamente di legno, galleggiava e si allontanava (ci allontanavamo) rapidamente, con noi in un primo tempo piuttosto sbigottiti e confusi sul da farsi.
E' lì che per ripescare il timone ho... "inventato" la navigazione senza timone.
Mai fatto prima, e forse neppure immaginato; ma è stata anche una fortuna avere due tipetti svegli e divertitissimi a tentar manovre e vederne l'efficacia o il perfetto contrario dell'efficacia.
Be' immaginate com'è finita?
....
Abbiamo ripescato il timone e, ovviamente, lo abbiamo buttato in sentina...
Non vi dico le facce :shock: di quelli che ci aspettavano a terra quando abbiamo messo prua al vento in pochi centimetri d'acqua scegliendo addirittura il momento per non avere onda di disturbo in poppa :P

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it