Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 12/07/2020, 5:03

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 13:36 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 925
Gps, quale più adatto a navigare entro le 12nm?cartografico o no?nautico dedicato tipo garmin 78 o più generico ed economico tipo gli etrex? Vale la pena considerarne uno con uscita Nmea per interfacciarlo al pilota automatico, che quindi verrebbe acquistato con interfaccia o si può fare a meno di collegarli senza grossi problemi, risparmiando sia su gps che autopilota? E ancora, avendo la possibilità di bloccare la barra del timone in varie posizioni, voi il pilota automatico lo prendereste per navigare in solitario? Il tutto su una barca a vela di 7.6 metri, crocieristica


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 16:15 
Non connesso

Iscritto il: 23/06/2011, 16:18
Messaggi: 283
Località: Roma
Secondo me se navighi in solitario il pilota automatico è utile se non indispensabile.
Per il resto ti ringrazio del post, che raggruppa le stesse domande che mi pongo anche io :D , e attendo con ansia qualcuno che ci illumini.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 16:38 
Non connesso

Iscritto il: 23/12/2019, 0:40
Messaggi: 43
Ciai Paolo,
non ho risposte definitive alle tue domande, ma provo a riportarti alcune considerazioni che sto facendo per motivi che, mi sembra, siano analoghi ai tuoi.
Qanto riporto è frutto di navigazione... solo sulla rete: ho passato un buon monte ore a cercare di capire riguardo 'ste robe, i pochi suggerimenti espliciti che ho ricevuto sono stati eterogenei, e ala fine per ho fatto le mie scelte mettendo insieme informazioni, intenzioni e budget.
Ne viene fuori quello che segue, MA non ho (ancora) una mia esperienza diretta, tanto più che il mio barchino è ancora a Falconara complice il CoVid.
Sono un principiante, e sarò spesso da solo per uscite giornaliere o di pochi giorni, restando entro le 6 miglia.

Dopo rimuginamenti vari, le mie conclusioni sono che:
- un navigatore lo prenderò cartografico: lascerò stare i modelli che strizzano l'occhio alla pesca con sonar più o meno sofisticati; da considerare che diversi modelli per pesca hanno cartografia semplificata e non upgradabile.

- starei su un esemplare con schermo da 7" con tastiera fisica: diversamente per un barchino come il mio tanto varrebbe usare un cellulare dentro una custodia a tracolla quando dovesse servire.

- con l'occasione, prenderei sicuramente un modello con interfaccia NMEA (di nuovo: sennò tanto vale un cellulare).
Pensavo che la funzione di autorouting fosse implementata nel navigatore, invece sembra che sia dipendente dalla cartografia: a questo proposito, sembra che le Navionics se la cavino nettamente meglio:
https://www.navionics.com/ita/blog/post ... er-methods
Di contro, la funzione che alle Navionics permette gli aggiornamenti da parte degli utenti non mi sembra sia a prova di bomba: sui forum se ne legge di ogni. Non so se questa funzione è disattivabile. Alcun iincidenti (dovuti più che altro a mancate segnalazioni o dati di profondità estrapolati) mi hanno fatto chiaro che la carte (elettroniche o... di carta che siano) sono da accoppiare all'uso del cervello.
Le cartografie elettroniche "alto di gamma" aggiungono visualizzazione "a volo d'uccello" (che francamente non mi fanno tanto senso) e informazioni stile "Portolano" (che potrebbero essere più utili).

- Vorrei aggiungere un autopilota Raymarine ST 1000+, questo supporta il protocollo NMEA 0183 e sarà necessaria un'interfaccia di conversione per cablarlo entro una rete NMEA 2000: anche qui non ho avuto consigli su quale scegliere nei forum dove ho chiesto, ma i prezzi sono quelli e penso sarà sufficiente affidarsi al rivenditore.

In sintesi e nell'ordine, fra gli accessori vorrei prendere: l'autopilota per aiutarmi durante le manovre; un VHF fisso (che, con l'occasione, prenderei con ricevitore VSI integrato); il navigatore cartografico (che userei per capire come vanno velocità e rotta, e di conseguenza vedere quando è il caso di riavvicinarsi alla costa e dove); aggiungerei una stazione del vento (quella papabile sarebbe la NASA Marine) e un log per provare ad ottimizzare le andature e imparare meglio riguardo le regolazioni nelle varie condizioni di mare e vento. Li sceglierei con interfaccia NMEA in modo da collegarli in rete.

Probabilmente è un'esagerazione di attrezzatura, e potrebbe infondere falso senso di sicurezza: ma vorrei mettere insieme questo accrocchio anche per farne esperienza nella speranza di.poter passare a "barche e viaggi più grandi": sarò più che prudente, sopratutto per quanto riguarda le condizioni meteo (chè, per il resto, l'intenzione è di stare il più al largo possibile per le tratte più lunghe possibili...).


Stavo per fare 'sti acquisti, ma poi il CoVid ha fatto saltare il tutto. In ogni caso, riguardo quanto chiedi, la mia scelta ad ora sarebbe:

Raymarine ST 1000+
Raymarine Element 7
cartografia C-Map CmaxWide EM N076, oppure Navionics Gold 43XG

Se volessi prendere l'autopilota e un GPS per la barca, la mia valutazione è di fare direttamente il passo e prendere qualcosa di analogo a quelli elencati prima, e li collegherei in rete.

Volendo ridurre al minimo la spesa (o per iniziare a fare esperienza e vedere cosa effettivamente serve), personalmente resterei sul cellulare con software di navigazione, e porterei il mio PC con openCPN (come backup, da tenere al coperto e cui aggiungere un'antenna GPS).
Forse si può fare a meno anche dell'autopilota, che pure mi avete consigliato come molto utile per quando si esce da soli: il precedente proprietario dello Stag 18 mi ha detto che lui ha sempre e solo legato la barra se doveva lasciarla per le manovre (ma lui è un vero lupo di mare, e non so se il suo consiglio possa applicarsi a me !).

Buon Vento (prima o poi...).
G.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 925
Grazie. Ho sempre fatto a meno dell autopilota e del gps, usando il cellulare al suo posto e le carte nautiche fisiche, ma avevo una compagna fissa velista e quando uscivo in solitaria era al massimo per un pomeriggio. Ora sono solo, la mia barca ha la possibilità di bloccare la barra del timone ma avendo in testa di fare altura e navigare senza scalo anche per più giorni consecutivi sto valutando di dotarla di queste amenità...cioè la pratica per cavarmela senza non mi manca ma temo la stanchezza e le caxxate pericolose che ne possono derivare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 17:16 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 925
Quindi, raymarine st1000+ da preferire al tp10 simrad per la possibilità di interfaccia Nmea e gps interfacciabile. Stavo valutando un modello portatile tipo Garmin 78 per avere qualche ora di autonomia in caso di avaria all impianto elettrico,voi che ne dite? Cosa importante per me è che si possa utilizzare anche mentre è attaccato al cavo di alimentazione.I fissi hanno sicuramente una lettura migliore, non ho dubbi viste le dimensioni dello schermo... Ma me serve sapere in che direzione andare e se ci sono ostacoli, nulla più


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 21:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 195
Località: Brescia
Questa cosa del GPS interessa anche a me (il pilota automatico Raymarine St1000 era già in barca per fortuna).
Sono però giunto alla conclusione che un cartografico nautico costa una fucilata, stavo quindi valutando l'acquisto di uno smartphone destinato a fare da navigatore, una cosa tipo questo
https://www.amazon.it/dp/B07WPB3T17/ref=cm_sw_r_apa_i_byDQEbJS1E0K0, batteria con grande autonomia, impermeabile, antiriurto, e con un prezzo decente.
Più cartografia Navionics, che con 20 €/anno è più che fattibile.
Non è interfacciabile con il pilota, ma a parte questo secondo voi c'è qualche altra controindicazione?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 29/04/2020, 23:37 
Non connesso

Iscritto il: 23/12/2019, 0:40
Messaggi: 43
Ciai,

Paolostag18 dice:
(...) Quindi, raymarine st1000+ da preferire al tp10 simrad per la possibilità di interfaccia Nmea e gps interfacciabile. (...)


L'idea è che, se penso di prendere autopilota e chartplotter, sarebbe un peccato lasciarli scollegati o quanto meno pregiudicarsi questa possibilità.
Se non si pensa di fare tratte lunghette e da soli in effetti non ce ne sarà bisogno, ma forse a quel punto non ci sarà bisogno neanche del chartplotter, o ne basterà uno portatile o su cellulare.


Harley dice:
(...) un cartografico nautico costa una fucilata, stavo quindi valutando l'acquisto di uno smartphone (...)


E' vero: specie se si vuole mettere insieme un set di strumenti, alla fine la spesa assomma ad una frazione dell'intero valore dei barchini (specie di quelli più piccoli, come il mio) :shock: .
Però l'opinione che mi sono fatto è che, se davvero serve un cartografico con le sue funzioni canoniche, un decente 7" è la scelta più congrua: alla fine non costa chissà quanto di più di un 5" (che di suo ha invece dei limiti a mio parere severi, a partire dalla leggibilità), e tanto c'è pure da acqustare la cartografia... :cry:
Insomma: se la spesa va fatta, è meglio farla completa per non restare a metà, beninteso: spendendo una cifra che comunque resta nello stesso ordine di grandezza.

Per questo dicevo che, se si vuole stare su un modello più piccolo per non spendere, forse tanto vale rinunciare e scegliere un portatile con OpenCPN. questa soluzione ha il pregio di avere costo bassissimo (se si ha già un laptop, o acqustandone uno usato da dedicare all'uopo), dà accesso a diverse funzioni ed ha uno schermo davvero leggibile e comodo per pianificare, pur con un uso attento per un sistema che non è prgettato per le condizioni marine: io ho la fortuna di avere OpenCPN su un Toughbook CF 19 tropicalizzato, che pure preferisco tenere a casa.

Modelli di chartplotter da 9" e oltre davvero diventano più costosi, e sarebbero esagerati per un 18' (io non saprei dove metterlo in pozzetto !).
Se non intendo montare strumenti o interfacciarli con il chartplotter, di nuovo: tanto vale non comprarlo e usare PC con OpenCPN.
A questa URL:
https://naviko23.wordpress.com/
c'è il blog di un velista che va a zonzo con un Viko 23: ho trovato molto interessante il blog tutto, e fra i tanti articoli ci sono diversi riferimenti e tutorial per l'uso di OpenCPN interfacciato con autopliota, AIS e strumenti di bordo.

Discorso diverso quando si vuole un GPS cartografico per sapere dove si è e dove ci si sta dirigendo, senza necessità di avere chissà quali dati o necessità di pianificazione rotte (cosa di cui, ahimè, anche io potrei fare a meno !): in questo caso un Garmin GPS Map dà diverse informazioni (dal punto nave alle velocità istantanea e media, alla traccia rotta, alle distanze, all'ETA...), è portabilissimo e molto robusto (se trattato decentemente, lo comprerei usato con meno timori di quanti ne avrei nel cercare un chartplotter "grande" usato). Resta lo schermo che è piccolo, ma adatto per un uso speditivo: io uso un GPSMap 64s per le uscite in kayak, lo trovo perfetto (anche se di impostazione un po' datata e con schermo ingeneroso con la presbiopia che si sta affacciando !).

Direi che è buona anche la scelta di un cellulare da usare come navigatore, anche se dinuovo preferirei un GPSMap per questioni di robustezza e per evitare conflitti fra tante funzioni o problemi con lo schermo touch: ho avuto FORTI difficoltà nell'usare il mio cellulare entro la custodia impermeabile, ma un cellulare impermeabile di suo supera sicuramente questo problema.
Anche qui però: se devo spendere 100 e più euro per un cellulare, spesa per spesa tanto vale pensare ad un GPSMap usato e comunque portare il cellulare attuale riservandogli un ruolo di backup.

Questo naturalmente il punto di vista mio e per le mie esigenze.
Mhò vediamo anche cosa consentirà la "CoVid - ripartenza"... che se andiamo avanti così mi toccherà pasare al modellismo navale !
Buon Vento.

G.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 30/04/2020, 0:12 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3046
Località: (UD)
Harley ha scritto:
Non è interfacciabile con il pilota, ma a parte questo secondo voi c'è qualche altra controindicazione?

a parte il fatto che non si legge sotto il sole e costa comunque una botta?

sinceramente, il GPS lo uso per:
- sapere a che velocità sto andando
- avere un'idea di quando arrivo
- tracciare il percorso fatto per studiarlo con calma a casa
- nel caso di lunghi trasferimenti anche per avere un'idea se sono in rotta o se sono scaduto sottovento...
- nelle regate anche per vedere quanto dista la boa

per tutto questo non serve un cartografico (ma serve la bussola).
Basta un GPSMAP 73 se voleve averlo nautico e galleggiante.
Oppure un Etrex che sono piuttosto economici, specie quelli di seconda mano... :idea:

Personalmente a parte poterci "giocare" un po... la cartografia alla fine non è così indispensabile...

Le rotte e le scorribande le pianifico con MOLTO anticipo da casa, con OpenCPN...
Nel GPS ho tutti i waypoint che mi possono interessare e tanto basta.
(e le rotte... fatte per fatte... tanto vale trasferirle sul GPS)

Teoricamente potrei collegarlo all'autopilota... ma al momento il pilota ha sempre dovuto fare un solo un compito... andare dritto.

Naturalmente, per collegarlo al pilota automatico o si prende il GPSMAP 73/78 o gli Etrex VECCHI...
quelli con l'interfaccia seriale per intenderci... non con quelli nuovi con l'USB.

Appena si potrà penso di collegare il GPS con il pilota e fare alcune prove...
Ho salvato la traccia del rientro in porto...
Convertita in rotta voglio vedere se il pilota mi porta all'ormeggio sano e salvo.
Da tenere come opzione in caso di improvvisa nebbia (cosa che può capitare).

Magari quando verifico come va ve ne faccio partecipi..


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 30/04/2020, 17:30 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 925
Grazie a tutti. Per il momento credo che farò come ho sempre fatto, cioè senza :D anche perché inizio a dubitare di avere vacanze abbastanza lunghe da sfruttare la tecnologia quest estate. Magari per il prossimo però faccio tesoro dei vostri suggerimenti, a quel punto inizierò a scassarvi di domande su come connettere questo quello e quell altro...ma tanto so che siete gentili e competenti :D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Gps, pilota automatico, interfacce strumenti vento
MessaggioInviato: 01/05/2020, 12:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 195
Località: Brescia
guru70 ha scritto:
Harley ha scritto:
Non è interfacciabile con il pilota, ma a parte questo secondo voi c'è qualche altra controindicazione?

a parte il fatto che non si legge sotto il sole e costa comunque una botta?

sinceramente, il GPS lo uso per:
- sapere a che velocità sto andando
- avere un'idea di quando arrivo
- tracciare il percorso fatto per studiarlo con calma a casa
- nel caso di lunghi trasferimenti anche per avere un'idea se sono in rotta o se sono scaduto sottovento...
- nelle regate anche per vedere quanto dista la boa

per tutto questo non serve un cartografico (ma serve la bussola).
Basta un GPSMAP 73 se voleve averlo nautico e galleggiante.
Oppure un Etrex che sono piuttosto economici, specie quelli di seconda mano... :idea:

Personalmente a parte poterci "giocare" un po... la cartografia alla fine non è così indispensabile...

Le rotte e le scorribande le pianifico con MOLTO anticipo da casa, con OpenCPN...
Nel GPS ho tutti i waypoint che mi possono interessare e tanto basta.
(e le rotte... fatte per fatte... tanto vale trasferirle sul GPS)

Teoricamente potrei collegarlo all'autopilota... ma al momento il pilota ha sempre dovuto fare un solo un compito... andare dritto.

Naturalmente, per collegarlo al pilota automatico o si prende il GPSMAP 73/78 o gli Etrex VECCHI...
quelli con l'interfaccia seriale per intenderci... non con quelli nuovi con l'USB.

Appena si potrà penso di collegare il GPS con il pilota e fare alcune prove...
Ho salvato la traccia del rientro in porto...
Convertita in rotta voglio vedere se il pilota mi porta all'ormeggio sano e salvo.
Da tenere come opzione in caso di improvvisa nebbia (cosa che può capitare).

Magari quando verifico come va ve ne faccio partecipi..


Quello del sole potrebbe essere un problema, però risolvibile.
Per il resto con meno di 200€ hai un navigatore da 5" con cartografia seria e dettagliata che carichi con usb e che comunque consuma poco.
A me l'idea di portare un laptop su una barca piccola, senza un tavolo da carteggio serio non è che faccia impazzire...
Bella l'idea di interfacciare tutto, però non credo che farò così tanta altura da averne realmente bisogno.

E quest'anno visto come andranno le cose... Gran GPS non ne serviranno.

Restando in tema, io ho bisogno di una batteria, che mi manca, di un pannello solare e di un regolatore.
Pannello e regolatore mttp ho già trovato, mi servirebbe qualche dritta sulla batteria.
100 Ah, per servizi, scarica lenta... Altro da sapere?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it