Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 23/02/2019, 20:48

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 212 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21, 22  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 08/11/2014, 0:22 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 284
Kaprije 43° 41.278'N 15° 42.528'E

Il programma che avevamo era semplice: prendiamo un gavitello a Kakan che è uno dei posti più belli che conosco, stiamo lì il pomeriggio, poi alla sera andiamo a mangiare al baretto che c'è sulla riva. Non c'è molta scelta, ma il posto è così bello che tutto sembrerà buonissimo.
Non avevo fatto conto che con lo scirocco forte che ci aveva sparati su da Primosten in pochissimo tempo, il nostro ancoraggio a Kakan non sarebbe stato tranquillo per niente .Non solo al gavitello c'era maretta, ma andare a riva sul nostro canottino con quella corrente e quell'onda non era per niente consigliabile.

Quindi nuovo programma: andiamo a vedere Kaprije che è ben riparato dal terzo quadrante, anzi visto che è così presto ed oggi abbiamo navigato poco andiamo a Kaprije a vela. Con una mano di terzaroli e fiocco ridotto siamo arrivati all'ingresso della baia in un paio di bordi, ma poi appena il golfo ha cominciato a stringersi la poca manovrabilità del trimarano faceva sì che ad ogni bordo guadagnavamo pochissimo. Decido quindi di mettere a tacere il mio orgoglio di velista e procediamo a motore come un qualsiasi charterista.

In Porto ci sono gavitelli e molti sono liberi, ma vediamo che c'è parecchio posto anche al molo interno: abbiamo bisogno di acqua e di fare provviste, se stiamo al molo diventa più facile caricare.
Magna Sionere non è una barca che passa inosservata. Se poi ci disponiamo per fare un ormeggio i nostri preparativi attirano la curiosità e la voglia di collaborazione degli astanti di buona volontà.

Un giovane prende le cima di poppa e dà volta alla bitta sul molo, poi aiuta Graziella mentre io regolo la tensione della cima di prua. Quando tutto è a posto mi rilasso e mi guardo intorno. Nella barca a fianco a noi , ormeggiata di prua un signore ha seguito tutte le operazioni senza commenti, ma appena mi vede tranquillo mi chiede, indicando il nostro trimarano:
-è veloce?
Ed io:- non c'è male, c'è di che divertirsi. Lei ha una bella barca-
-E' in Vertue
-sì, me n'ero accorto, è una di quelle nuove che hanno ripreso a fare ora, o è una di quello storiche?
-è una delle prime. Venga a bordo, gliela mostro con piacere.

Quando arrivo in pozzetto mi rendo finalmente conto del perché questo signore non ha fatto il minimo gesto per aiutarci durante l'ormeggio: è paralizzato! Un incidente gli ha lesionato la colonna vertebrale e da una ventina di anni è paralizzato.

-ma come può uno nelle sue condizioni andare per mare?
-bisogna avere passione ed avere amici che ti aiutano

Infatti il ragazzo che ha preso le cime è il moroso della figlia. In barca sono in 3. In effetti il Vertue ha posto solo per 3 persone, a patto che uno-in questo caso il ragazzo- sappia infilarsi nella cuccetta del navigatore che è grande più o meno come lo sportello di un forno a microonde ed è a mezza altezza, per cui bisogna essere provetti acrobati per infilarcisi.
Sorprendente è il bagno, posto a prua con la tazza del WC altissima ,una posizione obbligata dalla stellatura dello scafo, ed a fianco al WC è incastrata una sedia a rotelle pieghevole.
Gli interni sobri sono belli come in una vecchia barca tenuta con amore.
Questo Vertue è il V58 uno dei più vecchi. Viene da Hong Kong ed è costruito con legni pregiati come teak .
Lui invece, si presenta: è Enea Riboldi, un disegnatore famoso di cui ho ammirato per anni i disegni su Bolina, e di cui posseggo anche un libro.
Restiamo a chiaccherare in pozzetto per un sacco di tempo, poi viene ora di cena e decidiamo di cenare insieme in modo da non interrompere la chiacchierata.
Dato che Enea è si paralizzato ma riesce a muoversi da solo con l'aiuto di due bastoni, decidiamo di andare a mangiare al posto più vicino, un ristorante che è posto proprio alla radice del molo, e che poi ho trovato chiuso quando siamo ripassati un anno o due dopo.

Non ricordo che cosa abbiamo mangiato ma ho un grato ricordo quella sera piena di chiacchere e di passione per la vita e passione per la vela.
Una sera di chiacchere che ti ricarica di energia positiva per lungo tempo.
Una parte della storia di Enea si può vedere qui:
http://eneariboldi.blogspot.it/2012/07/ ... ncora.html
si può anche visitare il suo blog
http://eneariboldi.blogspot.it/

Adesso che il ristorante sul molo è chiuso, se ci capita di passare da Kaprije noi andiamo da Sanpier, pochi passi più a sud verso l'interno della baia. I prezzi del pesce sono più bassi che da altre parti, ma la sua bilancia pesa di più, così si finisce per pagare lo stesso che da altre parti. In compenso la insalata di polipo è di solo polipo e non di sole patate, e si può avere pesce davvero fresco e non allevato.

In alternativa c'è un locale -una specie di loggia- vicino alla diga foranea proprio sulla riva dove si svolge quasi tutta la vita sociale della comunità. Un ampio tetto ripara dai raggi del sole, ma si sta all'aria aperta perché non ci sono pareti. Funziona come bar, gelateria, grill e birreria contemporaneamente.
In più c'è la televisione alla quale abbiamo visto la cerimonia di inaugurazione dei Giochi Olimpici a Pechino. Il resto del tempo la tv fa vedere partite di calcio. Molto meglio una passeggiata in giro per l'isola.
Non abbiamo trovato acqua a Kaprije, l'abbiamo dovuta comprare in taniche da 8 lt. In compenso in porto c'è wifi libero.

Nella foto il porto e l'ormeggio al molo


Allegati:
Kaprije.jpg
Kaprije.jpg [ 148.07 KiB | Osservato 3853 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 09/11/2014, 14:33 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
Zirjie
43° 39,68 N - 15° 39,42 E

Il paese Inesistente.

Arriviamo all'isola di Zirjie stanchi delle lunghe traversate al galoppo, da Korcula fino a Starigrad, da Starigrad fino a Rogoznica, da Rogoznica fino appunto a Zirje. Tempo balordo, vento da Sud Ovest e clima caldo-umido, fastidioso.

Prendiamo posto ai gavitelli dalla parte sud dell'isola, a Vela Stupica, dove la notte la passiamo scomodamente, con la prua rivolta ad ovest e l'odiosa ondina persistente e tenace che entra da sud e prende la baia al traverso, con le barche intorno a noi girate da tutte le parti, chi a Nord chi a Ovest e chi a Sud.
Se l'avete provata lo sapete, quanto riesce ad essere fastidiosa anche una piccola onda di traverso, alla notte.

L'indomani decidiamo che la giornata va dedicata alla esplorazione di questo gruppo di isole, che, per piccole che siano, sono comunque parecchie e meritano una visita. Perciò per prima cosa entriamo a Zirjie-centro, con l'idea di sbarcare il pattume, comprare frutta e verdura e vedere com'è il paese.

Perciò entriamo in rada, aggiriamo una autentica nave attraccata al molo di sopraflutto, forse con un carico di rifornimenti, o acqua, ed andiamo alla banchina di fronte alle case.
Posto ce n'è, una barca italiana che ha passato qui la notte se ne sta andando, dopo di noi ne arriva una di ragazzotti tedeschi e poi basta, e l'ormeggio all'inglese risulta facile.

Sbarchiamo, assetati; all'unico negozio di alimentari poco o nulla da bere, solo tre orride birre marca Bavaria, (ma lo scoprirò poi, sono davvero cattive, ed una me la sono portata fino a Monfalcone), e poco anche da mangiare.
Per fortuna fuori, all'ombra, c'è una baracchina di frutta con una ragazza al comando, e da lei riusciamo a comprare pomodori e frutta. Il porticciolo più interno, pur piccolissimo, si presterebbe alla una sosta notturna per una barchina con poco pescaggio, ma per Wayra risulta stretto.

Al bar, l'unico, ci sediamo all'ombra sotto la tettoia; ma davvero non è giornata, ordiniamo una bibita tipo limonata, e la mia mente ne ha rimosso la marca; risulterà pessima, con un saporaccio persistente davvero cattivo.
Sconfitti, un poco amareggiati leviamo le tende.

Ripartiamo e appena fuori dal porto, un delfino ci incrocia e poi se ne va, e subito dopo il costume della Gio, steso ad asciugare sulle corna dell'albero, vola fuori bordo; inutile la poco tempestiva manovra di "uomo a mare", non lo ritroviamo più, sarà affondato?

Come che sia, in quella giornata un po' strana faremo il giro delle isole, incrociando e curiosando nelle baie, sorpassando altre barche, quasi fossimo una deriva di domenica sul lago, per poi fermarci ai gavitelli a Kakan, dove all'andata, una notte, avevamo preso un tremendo Neverin.
Ma questa è un'altra storia.


Allegati:
Zirje.jpg
Zirje.jpg [ 125.01 KiB | Osservato 3833 volte ]
2014-08-12_10.31.50.jpg
2014-08-12_10.31.50.jpg [ 2.14 MiB | Osservato 3838 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 12:36 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 284
Jocondor ha scritto:
Zirjie
43° 39,68 N - 15° 39,42 E

Il paese Inesistente.

Perciò entriamo in rada, aggiriamo una autentica nave attraccata al molo di sopraflutto, forse con un carico di rifornimenti, o acqua, ed andiamo alla banchina di fronte alle case.
Posto ce n'è, una barca italiana che ha passato qui la notte se ne sta andando, dopo di noi ne arriva una di ragazzotti tedeschi e poi basta, e l'ormeggio all'inglese risulta facile.

Ma questa è un'altra storia.


Sono d'accordo. Neppure a noi Muna ha impressionato, tanto che non ho voluto ormeggiare, ho solo dato fondo in cetro baia e Graziella è andata con il gommone a riva a comprare qualcosa e poi siamo fuggiti. Tra le isole dell'arcipelago di Sibenik, la mia personale classifica mette prima Kakan, che però è solo un ancoraggio e come posti/paese Zlarin, poi Prvic, poi Kaprije. abbiamo fatto un giro esplorativo della zona a sud di Krapanj. A krbela c'è un bel ancoraggio, e Krapanj stessa mi ha intrigato alquanto, ma non avevamo il tempo di fermarci. Conto di farlo in una prossima occasione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 15:34 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
Eravamo a 38 schede, alle quali si aggiungono:

39 - Proversa Mala 43° 53.366'N 15° 13.047'E di Giorgio;
40 - Kaprije 43° 41.278'N 15° 42.528'E di Giorgio;
41 - Zirjie 43° 39,68 N - 15° 39,42 E di Joe.

Avanti Marg, andiamo alle stampe o no?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 15:49 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 284
Jocondor ha scritto:
Eravamo a 38 schede, alle quali si aggiungono:

39 - Proversa Mala 43° 53.366'N 15° 13.047'E di Giorgio;
40 - Kaprije 43° 41.278'N 15° 42.528'E di Giorgio;
41 - Zirjie 43° 39,68 N - 15° 39,42 E di Joe.

Avanti Marg, andiamo alle stampe o no?


Mi ero ripromesso di rivedere una segnalazione su Iz Veli. Interessa?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 15:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/11/2009, 12:30
Messaggi: 2156
Località: Ponsacco (pi)
Ho appena finito di invaire i vari file a Margutte che era un po' indaffarato con la prole.....

_________________
Lorenzo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 16:10 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
Giorgio Pavan ha scritto:
Jocondor ha scritto:
Eravamo a 38 schede, alle quali si aggiungono:

39 - Proversa Mala 43° 53.366'N 15° 13.047'E di Giorgio;
40 - Kaprije 43° 41.278'N 15° 42.528'E di Giorgio;
41 - Zirjie 43° 39,68 N - 15° 39,42 E di Joe.

Avanti Marg, andiamo alle stampe o no?


Mi ero ripromesso di rivedere una segnalazione su Iz Veli. Interessa?


Certo che si.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 10/11/2014, 18:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3134
con i miei dovremmo arrivare alla cinquantina....salvo scremature

_________________
Io mi sacrifico per voi, e questo è il vostro ringraziamento? Ciurmaglia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 19/11/2014, 23:22 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 284
Iz Veli 44° 3.162'N 15° 6.630'E
Tra i miei ricordi indelebili di Iz Veli, di molti anni fa è stato di avere fatto rifornimento di carburante attingendo direttemente ad un barile, in un cantiere di riparazioni che successivamente è stato trasformato nell’attuale marina.
Con questo bagaglio di certezza mi trovavo a navigare in zona anni dopo con Zàkete , il Farr 6,40 con cui abbiamo fatto varie crociere in Dalmazia centrale. Tutta la nostra scorta di carburante per il Tohatsu 2,5 era contenuta in una tanichetta da 5lt. Dato il consumo irrisorio che aveva il motore, e il poco uso che ne facevamo, la scorta era in genere più che sufficiente per le nostre necessità.
Risalendo lungo Dugi Otok avevo snobbato Zaglav perché ero a vela, ma proprio quando mi aspettavo una brezza in rinforzo, si è indebolita tanto da farmi dubitare di avere una scorta sufficiente per le nostre necessità.
-meglio se stasera andiamo a Iz Veli, lì c’è un marina e possiamo fare riempire la tanica, così nei prossimi giorni stiamo tranquilli anche se c’è da smotorare.

Dunque arriviamo ad Iz Veli ed ormeggiamo proprio in fondo alla baia lato sud ovest vicino al marina ma fuori della zona delimitata. Fino a pochi anni ad Iz Veli fa si poteva ormeggiare dappertutto e si pagava solo al marina. Poi con la tanica in mano andiamo dentro a chiedere di far rifornimento. Il guardiano, gentile, ci informa sì una volta si poteva fare rifornimento, ma solo di gasolio, e comunque sono molti anni che questo non è più possibile.
Magari se leggevo il portolano questo lo avrei anche saputo prima. Vatti a fidare della memoria…
Fa caldo, ci sediamo al bar per decidere che cosa è meglio fare.

A fianco a noi c’è un tavolo con numerose persone.Uno di loro ci chiede:
- voi siete quelli che stamattina erano fuori a vela, senza vento con quella barchetta rossa?
-già , siamo proprio noi. E la barchetta è proprio quella ormeggiata laggiù.
-siete di Sottomarina?
-no, siamo di Cittadella, ma teniamo la barca a Sottomarina e appunto eravamo a vela per mancanza di benzina e siamo qui alla ricerca di un po’ di miscela per il nostro motore.
Loro sono un gruppo di amici in crociera su 3 barche. Sono Chioggiotti, tengono barca a Sottomarina ed hanno riconosciuto la nostra perché era sempre sopra ad un rimorchio giusto all’ingresso della Darsena Mosella e non si poteva non notarla.
-qui non c’è possibilità di fare rifornimento, ma se mettiamo insieme tutte le nostre forze forse una mano possiamo darvela lo stesso.
Così l’equipaggio di ogni barca ci ha ceduto circa un litro di miscela della loro scorta per il fuoribordo del tender e noi abbiamo ricostituito le nostre riserve.
Per riconoscenza abbiamo pagato da bere al gruppo ed erano tanti, ma mai benzina è stata più ben accetta.

Iz Veli è un porto che amiamo particolarmente per vari motivi, non ultimo il fatto che nel braccio di mare subito a nord dell’isola , tra Iz e Sestrunj ci è capitato più volte di vedere delfini. Anzi, gli incontri si sono verificati con una specie di rituale ripetuto in modo simile pur in anni diversi, tanto che ho pensato potesse trattarsi ogni volta degli stessi delfini.
L’ultima volta che questo incontro si è verificato è stata la più spettacolare. Eravamo con il nostro trimarano, non c’era vento, stavamo avanzando lentamente a motore appena a nord ovest di Iz e stavamo passando sopra ad un basso fondale. Stavamo guardando il bel fondale e discutendo se era il caso di fermarci a fare un bagno, quando li vedo a forse 100 metri con rotta perpendicolare alla nostra. Li addito a Graziella che subito mi intima di accelerare e dirigere verso di loro.Loro virano e vengono verso di noi. Nuotano tranquilli in superficie, ma quando sono ad una ventina di metri si immergono e dopo pochi secondi riappaiono giusto sotto di noi sulla stessa rotta . Nuotano per un po’ in questo modo e si vede chiaramente che si girano sul fianco per guardare in su. Graziella si sbraccia, gli parla , li chiama , si stende sulla terrazza per essere più vicina all’acqua e vederli meglio.
Questi accelerano spariscono per un po’ e poi riemergono uno a destra ed uno a sinistra della barca a forse 30-40 metri, e poi nuotano veloci verso la barca da opposte direzioni. A pochi metri si con sincronia perfetta si immergono, passano appena dietro alle derive e compiono in velocità una virata di 90 gradi e si ritrovano a nuotare un metro sott’acqua fianco a fianco sfilando la nostra prua. Un numero di acrobazia e nuoto sincronizzato ad un tempo. Graziella è strafelice, io sono sollevato perché non è successo niente alle mie derive : un delfino di un paio di metri deve pesare parecchio, ed io penso che delle mie derive non resterebbe niente se dovesse sbatterci contro.
I delfini devono essere molto soddisfatti della loro esibizione e dell’effetto che hanno prodotto su Graziella, perché concedono il bis, e poi siccome Graziella è proprio gasata , si ripetono ancora una volta.
Poi come arriviamo a circa due terzi del canale tra Iz e Sestrunj, i due “nostri” delfini, come se ci avessero accompagnati al limite del loro territorio tornano indietro. Si allontanano nuotando tranquilli come fanno di solito.

A Iz Veli da quando abbiamo il trimarano non è più consigliabile ormeggiare in fondo alla baia, la barca è troppo ingombrante e non sarebbe la benvenuta. Tra l’altro alle banchine comunali si paga ovunque.
Ma c’è un posto, per noi molto comodo dove ormeggiamo indisturbati e gratis.
Appena si entra in porto a destra c’è un hotel, poi c’è la spiaggetta dei clienti dell’hotel, quindi c’è una specie di piccola baietta in fondo alla quale sta un vecchio scivolo per barche locali e poi c’è il molo a cui ormeggia il traghetto. Noi ci mettiamo all’ancora in questa rientranza prima del molo del traghetto. Portiamo una cima a terra vicino allo scivolo ed andiamo a terra con il tender. Il posto è riparato, tranquillissimo e non intralcia le manovre del traghetto . Il fondale tiene bene e nessuno ci ha mai fatto alcuna obiezione.

Sul molo del traghetto c’è anche un baretto per gente locale. Il posto è un po’ in stile socialista, ma la birra lì dopo aver fatto l’ormeggio è per me particolarmente gradita. Graziella dice che la birra la fa ubriacare se non mangia qualcosa. Per questo aveva chiesto delle patatine fritte. Spiegare la richiesta alla signora del bar è stato difficile ed anche comico perché sembra che lei non avesse nenche mai sopettato dell’esistenza delle patatine fritte. Graziella c’era rimasta male e la signora per consolarla le ha portato un piattino di alici sott’olio che la signora ha assicurato erano frutto del suo lavoro. Decisamente molto più buone le alici delle patatine fritte.

Iz veli è un vero paesino ed una sosta piacevole. In paese c’è un medico, ci sono vari ristoranti ed un albergo oltre ad un piccolo laboratorio di terracotta che continua una tradizione che apparentemente risale agli Illiri. Al marina se ci si presenta con una o due taniche non fanno difficoltà a riempirle d’acqua. Graziella ha usato più volte con soddisfazione i bagni e le docce del marina senza problemi.


Allegati:
Commento file: la posizione corretta è quella che mostra il segnaposto più all'interno del porto, più vicino all'approdo dei traghetti
Iz veli 2.jpg
Iz veli 2.jpg [ 192.49 KiB | Osservato 3768 volte ]
Iz Veli.jpg
Iz Veli.jpg [ 184.47 KiB | Osservato 3769 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Portolano MdT
MessaggioInviato: 20/11/2014, 15:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3134
giorgio se mi vuoi bene mandami il file word
velicapusa@gmail.com

e se ne hai altri...sforna.
sono al lavoro e pregate che piova

_________________
Io mi sacrifico per voi, e questo è il vostro ringraziamento? Ciurmaglia


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 212 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 17, 18, 19, 20, 21, 22  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it