Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 06/08/2020, 9:38

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 16:09 
Non connesso

Iscritto il: 12/04/2015, 19:32
Messaggi: 18
Località: Mestre (Venezia)
Credo che il “carrellabile, mica carrellabile” sia giustamente una delle amletiane e maggiormente trattate “questioni” di questo forum.
Io però ho un problema più “sottile”, che la vostra esperienza anche pratica può aiutarmi a superare e che credo possa interessare ad altri. Ed è questo.
Il sito (laguna di Venezia) ed il posto barca (San Giuliano di Mestre, dove tutte le barche sono sempre a terra e vengono sempre “carrellate” alla gru) impongono una barca necessariamente carrellabile.
Quindi la scelta “carrellabile” è bella che fatta (anche perché praticamente dovuta: la vera scelta è stata rinunciare ad una barca più grande e stare in laguna).
Ho appena comprato un anziano Brezza 22, che tra qualche settimana sarà a casetta.
Ora devo però decidere se attrezzarmi per carrellarla sul serio, o accontentarmi di una barca semplicemente lagunare, salvo qualche uscita in mare (occorrono però quasi due ore, più due al ritorno, per arrivarci).
I termini della scelta sarebbero questi:
- non ho il gancio traino (quindi diciamo 1000 euro)
- la differenza prezzo tra carrello stradale e un semplice carrello d’alaggio (al momento non ho né l’uno né l’altro): diciamo 800-1000 euro di differenza?
- spese e gestione delle incombenze (bollo, assicurazione ecc. 3-400 euro all’anno?)
- attrezzarsi con un minimo di soluzione (fra le varie possibili) di abbattimento dell’albero più agevole di quello … standard! (300-500 euro?)
- altro?

E’ evidente che la scelta è personale e dipende dall’attitudine a smazzarsi il carrellaggio e dal reale interesse a portarsi la barca in Croazia, al lago di Garda, o chissà dove.
Tuttavia mi interesserebbe conoscere l’esperienza degli altri, per esempio (mi faccio l'avvocato del diavolo) se si è scoperto che la realtà si sia rivelata un po’ più dura della teoria, che il carrellamento è più complicato di quello che sembra, che a conti fatti il più delle volte è conveniente lasciare la barca dove sta e noleggiarsene un'altra, o addirittura che, visto che la laguna è tanto bella che non stanca mai, si finisce per carrellarla così poche volte che il gioco non vale la candela e che, per quelle poche volte, tanto vale ricorrere al noleggio.
Preferirei decidere subito, perché se decido per il sì avrei anche già risolto il problema del trasporto iniziale (oltre 300 km).
Voi che ne dite? Qual è la vostra esperienza?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 16:24 
anche per me è una cosa troppo costosa
poi c'è da dire che non puoi superare i 2,50
e qui casca l'asino,vuoi una barca con cucina,cesso,matrimoniale ,sicura per una
famigliola che non supera i 2,50 ma dove,sui libri da fantascieza
forse è giustificato per chi fà competizioni o per quelli del tirreno che per un
posto barca devono espiantare un rene :lol:


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 16:52 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12974
Località: Arese
Lazzaro ha scritto:
....
Ora devo però decidere se attrezzarmi per carrellarla sul serio, o accontentarmi di una barca semplicemente lagunare, salvo qualche uscita in mare (occorrono però quasi due ore, più due al ritorno, per arrivarci).
I termini della scelta sarebbero questi:
- non ho il gancio traino (quindi diciamo 1000 euro)
- la differenza prezzo tra carrello stradale e un semplice carrello d’alaggio (al momento non ho né l’uno né l’altro): diciamo 800-1000 euro di differenza?
- spese e gestione delle incombenze (bollo, assicurazione ecc. 3-400 euro all’anno?)
- attrezzarsi con un minimo di soluzione (fra le varie possibili) di abbattimento dell’albero più agevole di quello … standard! (300-500 euro?)
- altro?

E’ evidente che la scelta è personale e dipende dall’attitudine a smazzarsi il carrellaggio e dal reale interesse a portarsi la barca in Croazia, al lago di Garda, o chissà dove.
Tuttavia mi interesserebbe conoscere l’esperienza degli altri, per esempio (mi faccio l'avvocato del diavolo) se si è scoperto che la realtà si sia rivelata un po’ più dura della teoria, che il carrellamento è più complicato di quello che sembra, che a conti fatti il più delle volte è conveniente lasciare la barca dove sta e noleggiarsene un'altra, o addirittura che, visto che la laguna è tanto bella che non stanca mai, si finisce per carrellarla così poche volte che il gioco non vale la candela e che, per quelle poche volte, tanto vale ricorrere al noleggio.
Preferirei decidere subito, perché se decido per il sì avrei anche già risolto il problema del trasporto iniziale (oltre 300 km).
Voi che ne dite? Qual è la vostra esperienza?



I costi sono più o meno quelli che indichi, tranne bollo e assicurazione che non ci sono, in alcune regioni non so il veneto si paga un micro bollo, circa 20 euro, se si usa effettivamente il carrello, l'assicurazione è quella dell'auto, alcune chiedono un minimo in più, ma è molto raro.
Al contrario il carrello già bello e pronto può far aumentare il valore della barca, cosa che ad esempio altri accessori non fanno, ad es. avere le vele nuove e bellissime di solito non cambia rispetto a vele mediocri.

Si carrella? È molto soggettivo, io lo faccio una volta l'anno e non rinuncerei a questo a meno di non potermi permettere un 10 metri al mare E la mia piccola al lago. In generale il 90% dei carrellatori lo fa una volta l'anno o per rimessare o per le ferie al mare, se è sul lago, tu in effetti potresti farne a meno magari per il primo o per i primi anni, vedere come va magari con la prima crociera in Istria e poi decidere se la famiglia ti segue di andare oltre. La barca che hai ti consente sicuramente un buon raggio d'azione già da dove sei, ma altrettanto spostandola altrove.
A meno di non trovare un buon carrello d'occasione, il carrello per noi deve essere buono non comprare ciofeche, trainerai un bestione e non si scherza, inizierei con un invaso su ruote, magari pensalo già strutturato in modo da poterlo poi appoggiare su un carrello stradale così risparmierai i rulli che non costano poco.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 17:23 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12974
Località: Arese
Completo.
Noleggiare è una cosa diversa, se hai scelto una barca piccolina per il luogo in cui vivi può anche darsi che il noleggio sia una opzione, ma solitamente gli armatori di queste barche lo fanno per scelta è l'avventura che li spinge, lo spirito di adattamento. Per questo ho scelto di carrellare per passare i mesi precedenti all'evento a prepararmi al meglio e prolungare così la vacanza.
In generale carrellare non è difficile, fatto salvo rispettare le regole che ho già sommariamente indicato: carrello "importante", auto adatta e buona preparazione generale, si può tranquillamente fare 5/600 km, di più se si è abituati a guidare, il traino se si ha pazienza di non eccedere nella velocità non è gran cosa, al contrario il problema è ricordarsi di aver dietro un bestione che occupa gran spazio soprattuto nelle curve e nei sorpassi, e ovviamente ci vuole un minimo di programmazione per non arrivare nel luogo del varo e scoprire che la gru è giù da una discesa mozzafiato o dopo una stradina, verrebbe da dire sia impossibile, ma ho visto molti scali di alaggio situati in posti irraggiungibili.
Il varo e l'alaggio non sono parimenti difficili, nel tuo caso la gru diventa una necessità a meno di non avere una motrice molto grossa e potente, inoltre nel totale della vacanza solitamente non vale la pena risparmiarla. L'impedimento maggiore, sopratutto per i neofiti, è l'albero, pur assomigliandosi sono tutti diversi, hanno comportamenti diversi mentre li si alza e si abbassa, bisogna quindi fare delle prove, magari con un buon numero di mani per capire come si muove e quindi organizzare l'attrezzatura necessaria, ad esempio io preferisco alberare sul carrello, mentre molti lo fanno in acqua, però mi è capitato di doverlo fare per forza perché la gru non consentiva. Quindi se sono sul carrello uso tirare con una cima da terra, mentre se sono in acqua utilizzo il paranco della randa, non uso altri marchingegni, ma un palo a fare da rinvio è quasi la norma per tutti.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 18:03 
Non connesso

Iscritto il: 10/04/2013, 13:35
Messaggi: 295
Località: Padova
La cosa ovviamente è molto soggettiva in funzione anche con chi ti muovi con la barca e quanto ti appoggia, (moglie figli) come diceva Paddy quasi tutti la barca chi la sposta lo fa una volta all'anno tieni presente che per fare questo devi "lavorare" un giorno tra caricare tutte le masserizie e prepararla per la partenza e un giorno per scaricare e metterla in sesto al ritorno, oltre a forse tre ore quando arrivi al posto di villeggiatura e altrettante quando riparti.
Secondo me questo lo fai se hai almeno due settimane di ferie.
Io avevo comprato il carrello stradale per il tuo stesso motivo ma cambiando l'auto per lavoro ogni tre anni mi seccava buttare i soldi del gancio traino con la stessa cadenza, e alla fine un po' per le condizioni famigliari un po' per il motivo sopra non ho mai carellato, pero' ci penso spesso chissà prima o poi lo faro'.
Tieni presente che uscire per più giorni dalla laguna ( in cui non serve praticamente niente) in mare devi atrezzare la barca se non lo è già.
Comunque tutto si può fare, il costo di tutto questo dovrebbe essere bilanciato da una voglia di farlo per piu anni toccando posti diversi.
L'alternativa io l'ho provata per tre anni consecutivi ho fatto il viaggio da Venezia a punta premantura via mare, mi e' piaciuto un sacco, ora però con la moglie mi sono giocato tutte le carte, non vuole piu fare lo stesso giro il passo successivo dovrebbe essere appunto carellare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 18:29 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12974
Località: Arese
A differenza di mauvira per preparare la barca ci metto almeno un mese ;) :roll:
Predisporre ogni cosa per me è la parte più divertente, come per lui due settimane sono un limite minimo. Ho provato una volta a fare un week end per un'evento e, sebbene si possa fare, è veramente una sfacchinata anche avendo la barca già sul carrello e disarmata, figuriamoci disarmarla come fai tu o alarla come devo fare io; una settimana, quando ho fatto il Velaraid è fattibile, ma una volta avevo la barca già disarmata e l'altra c'erano Gianduia e Gianni e in tre esperti è ben altra cosa. C'è chi lo fa ovviamente, ma sono persone iperattive, vedi Lorenzo ;)

Ma quelle due settimane in Croazia a zonzo per le incoronate valgono qualsiasi sacrificio. 8-)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 18/04/2015, 18:44 
Non connesso

Iscritto il: 10/04/2013, 13:35
Messaggi: 295
Località: Padova
Paddy ha scritto:

Ma quelle due settimane in Croazia a zonzo per le incoronate valgono qualsiasi sacrificio. 8-)

Vorrei quotare Paddy al 100% , e prima o poi lo faro' ;)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 19/04/2015, 18:28 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
Adesso non carrello più, ma in passato l'abbiamo fatto, (moglie, due figlie, cane ed io); la strategia era quella di varare la barca (un catamarano carrellabile, per le prime cinque annate consecutive) ma solo ed unicamente per la crociera estiva. In queste cinque stagioni, siamo stati in quattro posti diversi: Sardegna, Corsica, Croazia (due volte), ed infine la Grecia.

Mai avrei pensato di poter navigare in Croazia o Grecia con la mia barca, ed il carrello me l'ha reso possibile.
Ne valeva dunque la pena?
A mio avviso si, ma ci sono diverse condizioni: si deve avere ferie estive lunghe, diciamo non meno di venti giorni, altrimenti lo sbattimento è esagerato. Si deve avere una compagna od una famiglia sportiva ed adattabile.

Si deve inoltre, a mio avviso (altri si regolano diversamente) fare una crociera: perché varare la barca ed avere base fissa a terra, come pure abbiamo fatto inizialmente, e come altri del forum fanno tuttora, secondo me non compensa lo sbattimento "in più"di una barca cabinata rispetto ad avere una deriva per fare day-boat.

Infine: se hai la barca sul lago tutto l'anno, la vedo difficile che dopo la prima volta non ti passi la voglia: si tratta cioè di andare a prenderla, quindi alare, disalberare, carrellare; poi portarla a casa, prepararla per la vacanza-crociera, con la relativa sequenza: carrellare-varare-alberare-navigare; alare-disalberare-carrellare; e poi al ritorno, di nuovo al lago, e vai di nuovo con varo ed alberatura..... valutare bene!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 19/04/2015, 22:52 
Non connesso

Iscritto il: 12/04/2015, 19:32
Messaggi: 18
Località: Mestre (Venezia)
ammazza!! che dovizie di consigli!
grazie!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ma poi, nella pratica, si carrella veramente?
MessaggioInviato: 19/04/2015, 23:08 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12974
Località: Arese
Credo che Jocondor si riferisca alla sua barca, un catamarano è molto più difficile da riarmare, con la mia una mezza giornata è sufficiente da solo


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it