Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 05/12/2022, 15:58

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 23/01/2014, 18:05 
Non connesso

Iscritto il: 22/10/2013, 23:32
Messaggi: 34
Buona sera a tutti. Sono propietario da alcuni anni di una deriva Skipper c.n.a., che tengo sul piazzale di un circolo velico sul lago di Garda; pesa 90 Kg, alo spesso anche da solo, indicata per 1/2 adulti ma forse un po' troppo "coraggiosa" per portarvi bambini: i miei hanno 8 - 6 e 4 anni + moglie :roll: e l'idea è di fare tutti insieme gite di non oltre qualche ora. Inizialmente valutavo l'acquisto di un piccolo semicabinato, ma per vari motivi, soprattutto economici, non tanto di acquisto (ce ne sono di tutti i prezzi) ma soprattutto di costo posto barca alla boa, opterei per un derivone da alare ad ogni uscita ed armabile rapidamente. Mi interesserebbe il vostro parere riguardo il Tridente 16, il più recente 14 e su eventuali altri natanti di max 200 kg ad un costo intorno ai 5.000 euro, che si possa alare da uno scivolo in cemento da 2 adulti. Sul tridente ho trovato poche informazioni...vi ringrazio anticipatamente per le informazioni che saprete fornirmi. Giulio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 23/01/2014, 18:10 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 1044
ciao ho navigato spesso su di un tridente 16...barca stabile(per essere una deriva) e comoda per 4- 5 u...si poteva, se nn ricordo male, montare un piccolo fuoribordo. Per gironzolare un pomeriggio con la famiglia direi che è ottima...puntando più su(di poco) hai valutato il meteor sport?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 23/01/2014, 18:17 
Non connesso

Iscritto il: 22/10/2013, 23:32
Messaggi: 34
Paolo grazie... il Meteor, è una bella barca, ma va tenuta alla boa e ci vuole la gru. L'avevo presa in considerazione come semi cabinato, ma per i motivi citati opterei per un derivone.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 23/01/2014, 18:19 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 13044
Località: Arese
giulio ha scritto:
Paolo grazie... il Meteor, è una bella barca, ma va tenuta alla boa e ci vuole la gru. L'avevo presa in considerazione come semi cabinato, ma per i motivi citati opterei per un derivone.


Paolo fa riferimento al modello "Sport" stessa carena, ma niente tuga e soprattutto deriva pivottante a scomparsa.
Lo produceva la Sipla.

Una buona soluzione in concorrenza al tridente, più stabile anche se forse meno performante.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 23/01/2014, 23:59 
Non connesso

Iscritto il: 22/10/2013, 23:32
Messaggi: 34
....sono andato a leggere la scheda del Meteor Sport, è interessante il discorso della deriva basculante, ma pesa complessivamente circa 500 kg, per cui secondo me è un natante da lasciare in acqua. Se qualcuno mi può aiutare, tornerei a parlare del Tridente 16 o 14. Grazie


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 24/01/2014, 15:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2012, 11:09
Messaggi: 94
Località: Amburgo
Ciao Giulio,
sul tridente 16 ci ho fatto il corso che serviva per potersi iscrivere al circolo e usare le altre barche...
confermo quanto detto da Paolo, direi che tra le derive viste è una delle più stabili e la indicavano come la più adatta ai principianti. Al CVC di Mestre le fanno usare anche a ragazzini o le usano per dimostrazioni con neofiti, però alaggio e varo lo fanno con gru e non dalla piattaforma galleggiante come le altre derive (credo sia per le caratteristiche della piattaforma unite al peso un po' maggiore di barca e carrelli), ma IMHO con uno scivolo che arriva all'acqua non dovrebbe essere x niente un problema. Si può montare il fuoribordo, il gavone di prua è piccolino e consiglio borse stagne perché è facile che entri acqua (ci si bagna come su altre derive, la falchetta è bassa).
Credo sia tutto.
Bagi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 24/01/2014, 15:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 14/09/2012, 11:09
Messaggi: 94
Località: Amburgo
Ah, ho anche un preventivo: un po' datato, ma magari utile.

Allegato:
Tridente offerta Mail.doc [26.5 KiB]
Scaricato 1243 volte


L'ho caricato come da originale. Se pubblicarlo viola qualche norma (scusate! :oops: ) rimuovetelo pure e magari riporterò solo le informazioni salienti. Grazie in anticipo all'admin.
Bagi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 24/01/2014, 19:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2009, 21:19
Messaggi: 1838
Località: roma
Ho avuto per diverso tempo un tridente 16, 2a serie, deriva a spigolo (da diversi anni invece il nuovo modello e' con carena non a spigolo).

Molto stabile ma anche molto invelata (la mia complessivamente aveva 16 mq tra randa e fiocco e due mani di terzaroli alla randa) ma con una mano di terzaroli era utilizzabile per passeggiate tranquille anche con bambini piccoli.
Molto comodo il gavone autovuotante ad estrema prua, di dimensioni sufficienti ad ospitare ancora e cima.
Enorme il gavone di prua sotto l'albero. Meccanismo di alberatura semplice. Io avevo un 4 hp gambo lungo ma sonoo sufficienti 2-3 hp. Il motore pero' interferisce con la pala del timone ed e' meglio togliere quest'ultima quando si va a motore.

Alaggio e varo da scivolo semplice (pur pesando la barca intorno ai 200kg) e, se con un carrello con rulli e basculante, senza necessita' di immergere le ruote del carrello. Costruzione molto robusta. E' altresi possibile spiaggiare e portare la barca oltre la battigia con un paio di rulli di alaggio gonfiabili.
Nella prima versione (ma forse si perde nella notte dei tempi ...) era prevista anche una opzione senza panche laterali (che creava sul pavimento del pozzetto spazio per due sacchi a pelo) per il campeggio nautico con tends di copertura sul boma.

In pratica una deriva che puo' dare soddisfazione in termini prestazionali ma anche abbastanza sicurezza (ovviamente ricordandosi sempre che comunque di deriva si tratta) e gestibile facilmente da una sola persona nelle fasi di alberatura, varo e alaggio. Il gavone di prua permette di stivare molte cose e quello autovuotante vicino lo strallo permette , come scrivevo, di non avere l'ancora tra i piedi. Utile l'avvolgitore per il fiocco o genoa.

Nella conduzione in solitario fare molto attenzione perche', come ho scritto, e' abbastanza invelata per il tipo di barca.

bv

_________________
Ex: Aura (CNA - Brezza 22 ) http://lamiabarcabrezza22.myblog.it
Gli stolti corrono ove i saggi non osano nemmeno avventurarsi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 25/01/2014, 0:23 
Non connesso

Iscritto il: 22/10/2013, 23:32
Messaggi: 34
Grazie innanzitutto a chi ha partecipato a questo argomento e a chi lo farà in seguito. Oggi ho contattato un circolo velico che nella flotta ha il tridente 16 e probabilmente a inizio primavera andrò a vederla e spero a provarla...mi diceva un gran bene anche del Laser 16, più pesante di circa 50 kg, e a detta di lui molto interessante perché più marina e stabile, anche se vecchiotta, ma problematica in caso di scuffia. Tornando al Tridente 16, sento pareri discordanti sulla sua stabilità e cmq mi sembra di aver capito che il "derivone" familiare che vada bene anche in singolo, non esiste, non è un compromesso realizzabile. Io inizialmente mi ero fatto l'idea della deriva unica per la situazione in singolo o famiglia. :roll: La soluzione potrebbe essere, senza svenarmi, di tenere una piccola deriva, come il mio skipper da usare da solo e comprarne un'altra usata più grande e usata per le gite in famiglia. Ci sarebbe poi il più recente Laser Stratos Keel con bulbetto retrattile, ma è quasi introvabile ed ha quotazioni alte: circa 10.000 euro. .... l'intenzione era di spenderne circa la metà. Insomma: per restare in tema, sono ancora in alto mare! :mrgreen: HELP :mrgreen:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: TRIDENTE 16 e TRIDENTE 14 C.N.A.
MessaggioInviato: 25/01/2014, 0:28 
Non connesso

Iscritto il: 22/10/2013, 23:32
Messaggi: 34
.... dimenticavo: l'importatore Laser caldeggiava per il Laser Bahia, abbastanza abbordabile come prezzo e che tra l'altro avevo visto di persona un paio di anni fa al Salone di Genova, ma che non mi aveva esaltato... :D Ciao a tutti, a presto. Giulio


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 73 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it