Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 25/09/2021, 22:50

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Velaraid 2021
MessaggioInviato: 31/08/2021, 15:17 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 386
E’ appena finito Velaraid e vale la pena di fare qualche considerazione.
Da anni ormai i partecipanti assidui di Velaraid avevano dato una indicazione precisa: 1 sola flotta, un numero umano di partecipanti in modo da lasciare a tutti la possibilità di parlare con tutti e conoscersi.
Il limite massimo di barche che si possono ragionevolmente gestire in questo modo è 25.
A causa delle complicazioni legate al Covid avevamo deciso di consentire l’iscrizione solo a partecipanti disposti a dormire in barca o in tenda.
Pur con queste limitazioni avevamo dovuto mettere 3 barche in lista di attesa in quanto eccedenti il numero fissato. Abbiamo poi avuto un totale di 8 defezioni di cui 4 per motivi di Covid e 2 per motivi di salute. Qualche equipaggio locale ha partecipato solo ad alcune tappe, per cui la presenza media di barche nelle varie tappe è stata di 15-17.
I partecipanti assidui formano un nucleo stabile che tende a ritrovarsi a più appuntamenti nel corso dell’anno, direi che si stia formando una specie di circuito dei raid il cui cuore sta in Francia : Miravar Francia ( http://miravarvoile.blogspot.com/) ,Pareloup (Francia),Semaine di Golfe (che è più un festival che un raid), Raid Bassin d’Arcachon https://www.youtube.com/watch?v=cdABAdG9KHo
Alcuni partecipanti sono personaggi famosi nel loro genere, come Wolfgang Friedl http://woodenboat.at/ueber-uns/ e Roger Barnes scrittore e youtuber https://www.amazon.it/Dinghy-Cruising-C ... B00OL45EWA
La Laguna quest’anno ci ha regalato delle giornate memorabili, non facendo mancare in nessun giorno brezze tese tali da permetterci veleggiare con grande soddisfazione e di arrivare con largo anticipo alle varie tappe. Giornate calde e soleggiate, serate fresche e fortunatamente quasi senza zanzare. Un temporale notturno piuttosto intenso non ha creato preoccupazione o disagi. Pur in piena stagione turistica la laguna è stata sgombra e senza onde salvo nella zona del Bacino di San Marco.
Tappe a Torcello, in una serata magica in cui i partecipanti erano praticamente le uniche presenze nell’isola, poi a Giare, quindi a S. Erasmo ed infine a Lio Maggiore, all’agriturismo la Barena. E’ andato tutto bene, senza intoppi , salvo che nessuno dei due motori provati su Villa Arzilla si è degnato di funzionare ma non è stato un problema, a Velaraid la regola è: chi ha un motore dà una mano e traina chi non ce l’ha, quest’anno eravamo in due senza motore.
A S. Erasmo molti hanno apprezzato la disponibilità di stanze al Lato Azzurro che ha permesso di fare una doccia calda e dormire al coperto in una notte in cui si è scatenato un temporale importante. La cena concordata è stata molto apprezzata, piatti semplici, ben eseguiti, cena leggera. A Giare cena eccellente ma così abbondante che si sarebbe potuto saltare una portata, alla Barena ottima cena con anche un fritto particolarmente ben eseguito. A Torcello la cena è stata discreta, ma il posto è talmente unico che anche un panino sarebbe accettabile.
Le barche sono le più diverse. Come dimensione si va dal Baycruiser 23 , ai 6,7 m di un Romilly e di un Drascombe longboat , fino al 4,4 m dell’Ilur di Roger Barnes , come forma si va dal Colin Archer “No Name” di Friedl fino alla forma a scatola di Villa Arzilla passando per i Pathfinder di Welsford, i Microclass, Alpa 5,5, e tradizionali sampierote al terzo. E’ una occasione per vedere pregi e difetti dei vari disegni e confrontare i tipi in tutte le condizioni di navigazione.
Nessuno si aspettava di vedere che Villa Arzilla è capace di stringere il vento come le altre barche e difendersi onorevolmente nel bordeggio serrato contro corrente del canale del bisato facendolo tutto a vela ed arrivando all’incirca a metà flotta. Nelle andature dalla bolina larga in poi Villa Arzilla adeguava la sua velocità a quella degli altri terzarolando le vele quanto è necessario. Alle andature portanti infatti è in grado di lasciare tutti indietro quasi quanto una vela al terzo. Lo spazio di stivaggio è davvero notevole: sottoprua ci sta frigo, wc chimico, copertura della cabina e bagaglio per due. Tutto il resto è stivato nei gavoni sotto le panche lasciando libera da ingombri l’intera cabina. La cabina è davvero comoda per dormirci e per me è preferibile come sistemazione a tre su 4 letti trovati nelle destinazioni abituali in laguna.

a questo link c'è un album di foto fatte da vari partecipanti https://photos.app.goo.gl/g9Nq3vp9jnkKM2ZE6

non so perchè l'immagine sotto risulto girata, ma se ci clicco sopra si mette in posizione corretta. Magari gli amministratori possono chiarire perchè


Allegati:
villa arzilla raid 2021.jpg
villa arzilla raid 2021.jpg [ 3.32 MiB | Osservato 232 volte ]
Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it