Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 16/08/2018, 6:35

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 25/09/2013, 15:24 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12541
Località: Arese
brontolo ha scritto:
...
occorre accendere il motore e dare una rapida sgassata .........



Non hai mai detto di avere un Viko :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 25/09/2013, 16:20 
Non connesso

Iscritto il: 21/03/2012, 13:29
Messaggi: 257
ivano ha scritto:
marco probabilmente quando dice di lascare la randa fa riferimento alla sua barca,con tanto vento
bisogna provare un catamarano come il suo quando si ingavona


No, facevo riferimento a quella di Margutte, che non ha le derive mobili, io non lasco la randa di solito, il mio vira benissimo, come fosse un monoscafo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 25/09/2013, 16:35 
mi è succes


Ultima modifica di N/A5 il 28/09/2013, 16:14, modificato 1 volta in totale.

Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 25/09/2013, 17:14 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
Tramp ha scritto:
Jocondor ha scritto:
Poggiare si, sempre, anche per ripartire subito in velocità; lascare non è necessario, salvo appunto rari casi.

Suggerisco di (ri?)pensarci:
- poggiare dopo una virata, si intende poggiare oltre la bolina, va benissimo, ovviamente, se serve;
- non lascare randa mi perplime non poco:
a) se poggi, l'angolo del vento sulla randa aumenta dello stesso angolo, e probabilmente fa stallare la randa (e la componente laterale aumenta mentre la componente per avanti diminuisce). Perché quindi non lascare?
b) lascare la randa esalta l'azione poggera del fiocco; se va bene si può anche dar meno barra e farsi portare alla poggia (quasi) solo dal fiocco. Perché quindi non lascare?
c) ma prima ancora: la virata inizia su un certo apparente e finisce , a barca comunque rallentata, su un altro apparente, più largo e comunque sporco causa la virata stessa; quindi hai la randa troppo cazzata. Perché non lascare?

In tutti e tre i casi, potresti rispondermi che le cose vanno così rapide, che tutto si risolverebbe in lascare e ricazzare subito.

Cioè una bella pompata!! No? :P

E, poiché al solito nello scrivere ho il mio tono assertivo, chiarisco una volta di più che mi piacerebbe avere le opinioni di altri.


Perchè non lascare?

Perché lascare è un lavoro in più del povero timoniere-randista, ;) mentre l'equipaggio legge, chiacchiera e dorme, e non è necessario farlo, giacché non siamo in regata.
Basta non avere fretta. Basta, a patto che il fiocco sia già passato, cioè che la manovra con i timoni sia stata energica e rapida quanto basta a non fermare la barca nell'angolo controvento.

Poggiando senza lascare, la randa non stalla; la barca però rallenta molto, quindi non passi da apparente ad altro apparente , ma da apparente, stretto, al vento reale, quindi devi "strapoggiare" ; poi, e non tanto poi, la barca accelera di nuovo e l'apparente ti permette di orzare, senza aver toccato le vele, stringendo la bolina quanto un monocarena normale, come angolo, ma molto di più come velocità.

Eccezione solo rispetto alle barche grandi da regata, con equipaggio allenato e che lavora all'unisono, che stringono di più, cioè una sola barca fra tutte quelle incontrate lungo 900 miglia di rotta :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 26/09/2013, 15:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3102
guru70 ha scritto:
margutte ha scritto:
Il carrello della randa? come si usa?


piu' il punto di tiro della scotta della randa e' "sotto" al boma (o al punto terminale della base randa per chi non ha il boma) piu' il boma viene tirato verso il basso oltreche' di lato a trattenerlo.
(abbastanza ovvio... no?)
Al contrario piu' il punto di tiro (il punto scotta che sposti con il carrello) e' lontano orizzontalmente dal boma e meno il boma viene tirato verso il basso, conseguentemente si alza.

Cosa succede alla forma della vela?

Nel primo caso, la balumina viene tesa e la parte alta della vela rimane "chiusa"; nel secondo caso la balumina viene lascata e la parte alta della randa si svergola spostandosi sottovento e quindi scaricando il vento.

Questo e' il primo motivo per cui si usa il carrello: per regolare lo svergolamento della randa in modo da compensare il fatto che in alto il vento e' piu' forte (non c'e' l'attrito con l'acqua) e l'apparente e' piu' spostato verso poppa
Se vuoi tenere la randa cazzata al centro per la bolina ma svergolata in alto perche' lassu' il vento soffia piu' forte, sposti il carrello sopravento in modo da non forzare sulla balumina....

Il carrello pero' ha anche un altro vantaggio: permette di spostare di lato quasi rigidamente la randa senza farle cambiare la forma, mentre lascando la scotta randa la vela oltre a aprirsi di lato tende ad alzare il boma e quindi a svergolarsi cambiando forma.

Questo e' quello che si fa durante le raffiche, si "scarrella" spostando il carrello sottovento senza toccare la regolazione della scotta randa, in questo modo la randa si "apre" (posizionandosi correttamente sul nuovo vento apparente) mantenendo il suo profilo efficiente.



Quindi:

bolina:
- randa cazzata e carrello sopravento per svergolare
- sotto raffica scarrello e poi di nuovo sopravvento (ma quando mai :lol: )
- rinforza e fa paura? scarrello al centro

Poco vento e vento dietro?

carrello sottovento e birra in mano

giusto?

_________________
Io mi sacrifico per voi, e questo è il vostro ringraziamento? Ciurmaglia


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 26/09/2013, 15:32 
Non connesso

Iscritto il: 15/11/2009, 16:44
Messaggi: 2843
margutte ha scritto:


bolina:
- randa cazzata e carrello sopravento per svergolare
- sotto raffica scarrello e poi di nuovo sopravvento (ma quando mai :lol: )
- rinforza e fa paura? scarrello al centro

Poco vento e vento dietro?

carrello sottovento e birra in mano

giusto?


Non esagerare con il carrello sopravvento di bolina. Poco poco.
sotto raffica: OK
rinforza: scarrelli sottovento, ben oltre il centro; meglio ancora, riduci la randa, e quando pensi di farlo di solito è già tardi; esattamente come per mettere i ramponi in montagna :roll:
lasco: OK per la birra, la straorza non è in agguato, salvo che non ci sia onda grossa.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 26/09/2013, 15:39 
Non connesso

Iscritto il: 21/03/2012, 13:29
Messaggi: 257
Jocondor ha scritto:
margutte ha scritto:


bolina:
- randa cazzata e carrello sopravento per svergolare
- sotto raffica scarrello e poi di nuovo sopravvento (ma quando mai :lol: )
- rinforza e fa paura? scarrello al centro

Poco vento e vento dietro?

carrello sottovento e birra in mano

giusto?
OK per la birra


Dissento totalmente, sul catamarano la birra va lasciata sul tavolo! :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 26/09/2013, 15:42 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12541
Località: Arese
marco54 ha scritto:
Dissento totalmente, sul catamarano la birra va lasciata sul tavolo! :lol:


Per il tavolo esistono i fermabottiglie, il fatto è che potete lasciarla ovunque :? Ne comprerei uno solo per questo :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 19/09/2015, 18:14 
Non connesso

Iscritto il: 14/11/2009, 10:43
Messaggi: 463
margutte ha scritto:
ivano ha scritto:
era il periodo blu quando credevo di essere immortale o più probabilmente il mio Tra Susak e Unje, ci siamo trovati col vento in faccia e mare formato.


Una curiosità, chiedo solo un parere sul vocabolo usato " mare formato" , è una parola che uso comunemente anch'io ma mi è stato riferito essere non pertinente o almeno poco tecnico perchè non individua uno stato preciso del mare.
Cosa ne pensate ?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: virare col cat
MessaggioInviato: 20/09/2015, 10:58 
che io sappia non esiste una maniera precisa di misurare
lo stato del mare
il vento sì,basta un anemometro
ogni zona chiama in maniera diversa la forza
poi per dare una idea hanno creato la famosa scala che
magari in oceano è precisa
per darti un esempio:danno mare forza 5 vento da scirocco
non sarebbe una cosa proibitiva ma se sei fuori dal piave
e ne esci bene la racconti per un bel pezzo
se chiedi a un pescatore di chioggia"com'è il mare?"
ti risponde"un pò di maretta"vuol dire che se hai un barchino
è meglio che resti a casa
insomma a mio parere hanno nomi più precisi i pescatori
del posto per indicare lo stato del mare magari un'occhio
alla scala e un orecchio hai pescatori
un'altro esempio mare mosso vento da nordest 5(borino a venezia)
se sei a lignano a meno chè non vai in croazia non è proprio l'ideale
soprattutto se segui il litorale e devi ritornare
invece a venezia fanno festa son tutti che vogliono uscire
escono dalla bocca del lido al riparo della lunghissima diga e vanno fino a chioggia
e ritornano a casa dalla laguna è una delle più belle veleggiate
ps:(Tra Susak e Unje, ci siamo trovati col vento in faccia e mare formato.)non
è roba mia,anche perchè c'è la virgola :lol:


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 50 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it