Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 05/12/2022, 17:00

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 05/06/2022, 22:16 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 246
ottimo ! facci sapere !!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 10/06/2022, 16:08 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 413
bene, ho il nuovo pc e non ho più scuse: faccio rapporto.
L'abbiamo usata per una settimana di navigazione in Sardegna nell'area tra La Caletta- San Teodoro-isola di Tavolara facendo un totale di poco più di 70 miglia quasi tutte a vela.
Per prima cosa: la barca piace a Graziella e ci si è trovata bene.
Sottocoperta è comoda e lo spazio non manca.
Abbiamo pranzato in pozzetto comodi in 7 e scomodi in 9 e questo non è comune in una barca di 8 m, salvo forse un catboat tradizionale.
A vela con poco vento la barca è ragionevolmente veloce, su 9 barche della flottiglia Genius Loci era più lenta solo del micro Flyer che è una barca da regata.
E' piuttosto docile al timone nonostante il timone sia un po' duro. Ha notevole stabilità di rotta soprattutto se portata con le due rande, senza trinchetta.
In bolina stretta con poco vento è orziera se portata con le due rande e puggera se è a segno anche il fiocco: dovremo fare altre prove per ottimizzare l'equilibrio con il fiocco. Forse basterà tenere il bompresso un po' più corto per risolvere il problema. La spiegazione che mi do è che se c'è poco vento la barca non immerge lo spigolo ed avendo le derive arretrate manca una sufficiente superficie anti scarroccio. Quando la brezza è sufficiente a sbandare la barca anche leggermente lo spigolo immerso aiuta a stringere la bolina.
Con le due rande ed una brezza sugli 8 nodi nel bordeggio in condizione di vento influenzato da rilievi ed isolotti abbiamo fatto 95-100 gradi, non male e comunque non peggio delle altre barche della flottiglia.
Abbiamo avuto poca onda per dare un giudizio definitivo ma mi sembra che il passaggio sull'onda sia accettabile: la barca spancia meno di quanto io avessi temuto.
La reattività sotto raffica è buona: la barca appoggia lo spigolo ed accelera. Non ci siamo mai trovati in condizione di essere sbandati più di una decina di gradi ed eravamo già con vele ridotte. In queste condizioni la navigazione è sempre stata comodissima. Le poltroncine da pozzetto sostengono bene la schiena e si sta come in salotto.
A motore con vento al traverso la prua alta e le derive arretrate rendono la manovra di ormeggio con trappa problematica. In questo caso meglio approcciare l'ormeggio in retromarcia.
Occorrono molte altre prove anche solo per capire come è meglio portare la barca, e ci sono alcune cosette da sistemare (cuscinetti di rotazione alberi, formaggetta sull'albero di trinchetta, scaletta di poppa allungata di almeno 1 gradino) ma sono molto soddisfatto di questa prima esperienza.
A questo link ci sono alcune foto scattate e scattateci durante questa vacanza.
https://photos.app.goo.gl/Tc6XyWDG4h1DXnLd8


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 11/06/2022, 21:55 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 246
interessantissimo !
dunque , per il fatto del timone duro e le altre considerazioni sulla difficoltà di manovra in ormeggio , mi fanno pensare a scarsa superficie di deriva , per cui il timone in navigazione , carica molto .
se così , ci fai poco (anche perchè và un pò contro al tuo progetto ...) .
se ho capito bene , tu hai una (o due ...) derive mobili a baionetta . nel caso , prova a rifarla (rifarle...) un poco più lunga (nel dubbio , abbonda con la lunghezza... poi , la sollevi un poco per volta e vedi come cambia il comportamento , se del caso , fai sempre tempo ad accorciare...) .
l'altra cosa , è compensare un poco i timoni (prova con un 10%...).

i 95-100 gradi di angolo morto , sono quelli rilevati dalla bussola o sono i gradi della rotta reale , rilevati rispetto al fondo ?

per il resto , concordo che forse con un pò di sbandamento in più , anche col fiocco dovrebbe diventare neutra o leggermente orziera . prova di farla navigare sbandata almeno di 15-20 gradi .

per il resto , tantissimi complimenti !!!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 13/06/2022, 16:29 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 413
carlo1974 ha scritto:
interessantissimo !
dunque , per il fatto del timone duro
l'altra cosa , è compensare un poco i timoni (prova con un 10%...).
i 95-100 gradi di angolo morto , sono quelli rilevati dalla bussola o sono i gradi della rotta reale , rilevati rispetto al fondo ?

per il resto , concordo che forse con un pò di sbandamento in più , anche col fiocco dovrebbe diventare neutra o leggermente orziera . prova di farla navigare sbandata almeno di 15-20 gradi .

per il resto , tantissimi complimenti !!!!!


Timone duro: La barra è limitata nei movimenti dalla larghezza del pozzetto ed è allungabile dato che è telescopica. Usi la barra corta in manovra per poter dare più gradi totali (circa 50°) e paghi la barra corta con un timone più duro mentre usi la barra allungata in navigazione per avere un timone morbido con un'escursione più ridotta. A barra corta la barra lavora quasi completamente sotto alla copertina di poppa e grazie allo stick con snodo che lo mantiene a riposo in posizione verticale lascia il pozzetto completamente libero da ingombri. Il compenso sui timoni è una bella cosa ma non saprei come farlo facilmente su timoni sollevabili a baionetta.

gradi bolina: traccia del gps ma dovrò fare altre prove perchè l'aria era alquanto disturbata dai rilievi.

Sbandamento: la barca è disegnata per navigare dritta. Se si inclina più di 10-15 gradi ogni barca alla lunga diventa scomoda. Quindi l'obiettivo è avere una barca equilibrata con poco sbandamento, veloce con poca aria. Le vele avvolgibili servono ad aggiustare la quantità di vela secondo necessità per mantenere un assetto poco inclinato: stai più comodo e risali il vento con meno scarroccio.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 13/06/2022, 22:19 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 246
se hai i timoni a baionetta e non puoi compensarli come fossero fissi o basculanti , puoi comunque variare l'inclinazione dell'asse di rotazione . già se inclini l'asse in avanti di 5-6 gradi , dovresti ridurre lo sforzo per mantenendo i medesimi timoni . la cmodifica è semplice e poco invasiva . si tratta di fare 2 piastre inferiori con staffa un poco più lunga e probabilmente , dovrai aggiungere uno snodo in testa all'asse del timone se l'inclinazione richiesta sarà elevata . però , sono prove che richiedono poco materiale e poco tempo di modifica per essere fatte .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 20/06/2022, 11:45 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 413
ho fatto una modifica molto semplice: ho accorciato il bompresso di un 40-50cm.
La barca è ora più equilibrata anche se rimane una leggera tendenza alla puggia che devo eliminare.
vedo due possibilità che sto esaminando:
1)accorciare ancora il bompresso di 10-15 cm, che è più o meno quello che manca prima che la girella arrivi al bozzello della drizza sull'albero.
2) Altra possibilità è di mettere una piccola superficie di deriva a prua che contrasti lo scarroccio di prua. Penso che basterebbero 2 lamelle di acciaio da 150x150x2,5 mm montate ai due lati della chiglietta per fornire un minimo di piano di deriva aggiuntivo.
Magari faccio prima una cosa e poi l'altra


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 17/08/2022, 18:25 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 246
allora , come procede ? sono estremamente curioso di questo tuo interessantissimo progetto !!! se ne hai voglia ,metti anche qualche foto , mi piacerebbe vedere ...tutto ! in particolare , i dettagli della coperta , il pozzetto e anche gl'interni !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 26/09/2022, 11:42 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 413
ho deciso di cassare il fiocco.
Su un albero non insartiato la trazione dello strallo è tale che il fiocco farebbe sempre catenaria a meno che non ci siano delle efficaci volanti a contrastare la trazione dell'albero verso prua.
Le volanti non le voglio mettere perchè sono una rogna.
Ho quindi raggiunto la conclusione che quello che mi serve è un'altra vela di prua a forma di randa montata su un suo albero autonomo e girevole per avvolgere la vela.
Ho quindi fatto la modifica, creato una nuova mastra per questo alberetto e montato per prova la randa di Déjà Vu che è di circa 7 mq.
La modifica mi soddisfa, c'è ancora una tendenza alla puggia che eliminerò con una randa di maestra di superficie maggiore.
I lavori che ho in programma e che penso permetteranno la messa a punto finale sono:
-randa di maestra con 2,5 mq extra di superficie
-nuove derive asimmetriche (per avere un minimo di forma aerodinamica. Adesso sono solo delle tavole stondate con spessore 25 mm)
-nuove pale di timone con compenso (per ridurre la relativa durezza del timone)
-due mini derive da sup montate a prua per evitare che nelle manovre con vento laterale sostenuto la presa al vento renda difficile controllare dove va la prua.

Della barca siamo molto soddisfatti abbiamo fatto una crociera in Sardegna ed una lungo costa nell'alto Adriatico e la barca ha mostrato le sue qualità.
Al rientro, appena dentro le bocche di porto, nel punto forse più pericoloso abbiamo preso un colpo di vento drammatico. L'anemometro del nostro circolo che è posto in un punto relativamente riparato ha mostrato 49 nodi. Noi eravamo con randa ridotta a forse 7-8 mq ed a motore quando il vento è girato di 90° ed è partito il groppo.
Il manicotto di alluminio diametro 90mm spessore 5 che sostiene l'albero si è piegato di circa 6-8° rendendo difficile avvolgere la vela che era esposta.
Dal pozzetto non si riusciva più a vedere la prua della barca tra pioggia e spray dell'acqua di mare.
La barca ha sostenuto bravamente il colpo inclinandosi di forse 30° ma niente di più.
Da non rifare l'esperienza, comunque.
qui c'è un link all'album della barca dove tra l'altro si vede anche com'era ridotto l'albero dopo il colpo di vento e si vede la nuova configurazione a tre alberi. https://photos.app.goo.gl/3djoSMgk1ZXb4EbB9


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 28/09/2022, 10:42 
Non connesso

Iscritto il: 23/09/2010, 15:39
Messaggi: 1044
Giorgio, mi lasci a bocca aperta, è meravigliosa


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Progetto Genius Loci XL
MessaggioInviato: 29/09/2022, 11:22 
Non connesso
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 14/11/2009, 10:10
Messaggi: 4525
Località: un romano tornato al mare!
paolostag18 ha scritto:
Giorgio, mi lasci a bocca aperta, è meravigliosa

Non posso che quotare, bravo Giorgio!!

_________________
Buon Vento!
Alberto
________________________________________________
Il più bello dei mari è quello che non navigammo (N. Hikmet)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 36 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it