Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 07/04/2020, 14:11

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 07/01/2020, 23:13 
Non connesso

Iscritto il: 23/12/2019, 0:40
Messaggi: 18
Ciai,

riassumendo: il venditore del Micropomo non aveva foto di dettaglio (il Pomo è a Venezia, e lui vive in Padova), per cui ho preso il coraggio a quattro mani e mi sono fatto un bel viaggetto per vederla contandoi di poterla presto portare a casa; salvo restare un po' perplesso delle condizioni dal vivo del Pomo: a mente fredda ho valutato che avrei dovuto passare non meno di un anno a metterci mano.

Penso che per essere una barca così piccina e così datata abbia ancora linee bellissime (mi piacciono i “flush deck”: non creano inciampi fuori, aumenta lo spazio interno, e la linea è più elegante e con meno presa a vento e acqua rispetto a quella delle tughe tradizionali): infatti quando pensavo all'autocostruzione mi pacevano tantissimo i vagabond 18 e 20, che un po' ricordano il Pomo.

Vabbè: ho approfittato per vedere il pomo dal vivo, e devo dire che il prezzo tutto sommato era onesto: ma se avessi saputo dall'inizio che era messo così forse avrei preferito risparmiarmi il viagio e aspettare di trovarne un altro (vicino o lontano, ma messo meglio).

Tornato un po' scornato a casa, per distrarmi ho messo gli occhi su uno Stag 18: preso dalla depressione, ho telefonato al venditore e,... dopo poche ore dal mio rientro sono ripartito al mattino prestissimo per essere idi buon ora Falconara.

Le linee in foto mi convincevano meno di quelle del Pomo, ma tant'é: in cinque metri e rotti i ragionamenti sulle disposizioni e sui volumi sono tutti del tipo “coperta corta” (es.: cabina più grandicella=pozzetto più piccolino), e volendo fare lo schizzinoso e il “choosy” dovrei puntare a barche almeno tre metri più grandi, aggiungere al budget qualche decina di punti percentuali in più e moltiplicare il tutto per (almeno) dieci.

Invece: sorpresa !
Appena il proprietario scopre da sotto il telo la sagoma dello Stag 18 mi arriva uno schiaffo in faccia e mi casca la mascella per terra: è bellissmo !

Dovevo avere un'espressione ebete, perchè per 15 minuti, mentre mi veniva illustrata la barchina ed elencati tutti i lavori fatti un anno e mezzo fa, non riuscivo a muovere le labbra dall'ammirazione per questo lupo di mare che ha rinnovato lo Stag nei dettagli (dai perni deriva, ai candelieri che appoggiano su neoprene, ai due timoni con manico in ebano e cassa in acciaio, al 2T vecchio ma tirato a lucido, al supporto basculante dello stesso, al carrrello motorizzato, alle luci di via già montate, all'antisdrucciolo nuovo di zecca così come la ritinteggiatura ad arte dello scafo...).

Insomma: penso che ben prima che passasse un minuto dall'averla vista avevo già deciso di prenderla: il resto sono stati una ventina di minuti di gradevoli chiacchiere che, appena mi sono ripreso dai fischi nelle orecchie, ho interrotto con un “va bene: non devo né vedere né chiedere altro”. Non mi sono neanche permesso di chiedere uno sconto sul prezzo che pure è ben sopra il budget che avevo fissato...

Tornato a casa,, ieri ho trovato un rimessaggio presso il cantiere che è accanto lo scivolo pubblico: il prezzo si confronta bene con quello di altre marine private, e se non troverò posto a terra presso la Lega Navale o il Circolo Velico (che, da quanto so, non si vedono d buon occhio: per assurdo hanno spazi condivisi) resterò lì finchè i fondi lo consentiranno.

Mhò resta il trasporto: ho fatto dieci telefonate tonde, ma sembra che in Abruzzo non vi sia un solo carrello barca disponibile per il nolo (quello di cui ho disponibilità è fuori norma per il peso in gioco): le tariffe migliori sono nell'ordine di 1 euro /km: incideranno sul totale, ma penso siano oneste avevo visto e mi aspettavo di peggio).

Da buon raider (quindici chili fa...) stavo già pensando ad un trasferimento via mare: che assurdità è spostare una barca per duecento km lpercorrendo una strada che per la maggior parte non si discosta dal mare per più di uno o due Km ?
Ma ho poca esperienza con solo un Laser II e, per quanto temerario, stavolta mi sa che evito (benché: se fosse estate e avessi una manciata di giorni di ferie...; anzi diciamolo pure: pur essendo inverno, se avessi incontrato un altro temerario come me...).

Appena arrivata anche la email di notifica che la scuola di vela sta per iniziare il corso per patente nautica: ho già richiesto l'iscrizione (anche se probabilmente per lavoro mancherò a una buona metà degli incontri...).

Insomma: i dettagli vanno sfiniti, ma nel grosso la questione ha una sua forma (qualsiasi cosa questa frase voglia dire).

E per intanto: eccovi “PecoraNera” (o forse "BlackSheep", o ancora: "Nato Storto". Devo ancora decidere).

Sempre grazie per gli input e le risorse su questo forum: mhò vediamo se riuscirò a metterle a frutto.


Allegati:
x Stag 18 - 003.jpg
x Stag 18 - 003.jpg [ 180.39 KiB | Osservato 1906 volte ]
x Stag 18 - 002.jpg
x Stag 18 - 002.jpg [ 142.27 KiB | Osservato 1906 volte ]
x Stag 18 - 001.jpg
x Stag 18 - 001.jpg [ 190.95 KiB | Osservato 1906 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 08/01/2020, 0:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2987
Località: (UD)
bene...
benvenuta la nuova arrivata...

vedrai che lo stag ti darà comunque belle soddisfazioni...
è una bella barca e veloce anche...
non è comodo come il micropomo (sia dentro che sulle panche)... ma va più che bene...
e ha l'albero da 7m e spicci...
un armo meno estremo rispetto al micropomo race con albero a 3/4 da 8,1m che avevi visto.
molto più facile da gestire sopratutto in fase di armamento...

PS: nato storto non mi suona così adatto...
in marina di solito solo le navi da guerra portano nomi maschili, le altre sono tutte femmine...
ma ci sono sempre le eccezioni.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 08/01/2020, 9:23 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12875
Località: Arese
Confermo lo "sguardo ebete" è quello che ci frega sempre. Se poi l'hai accarezzata è proprio finita :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 08/01/2020, 11:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 140
Località: Brescia
E bravo Gianluca!
Capisco molto bene il "colpo di fulmine" nautico, ci sono passato non più di due mesi fa :lol:

Ed intanto che la accarezzavo lei mi parlava :shock:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 08/01/2020, 12:16 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 04/11/2009, 17:08
Messaggi: 12875
Località: Arese
Harley ha scritto:
Ed intanto che la accarezzavo lei mi parlava :shock:



E si è visto cosa è successo! :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 09/01/2020, 0:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/08/2019, 23:15
Messaggi: 140
Località: Brescia
Paddy ha scritto:
Harley ha scritto:
Ed intanto che la accarezzavo lei mi parlava :shock:



E si è visto cosa è successo! :lol:


:lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 10/01/2020, 10:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 05/11/2013, 23:49
Messaggi: 297
Località: venezia
complimenti per l'acquisto ... a mi parere il micro + bello una linea fantastica esteticamente per aver 40 anni

aspetto maggiori foto che sono curioso
ps vedrai che ti divertirai tantissimo
buon vento

enzo

_________________
http://www.unsecondo.com


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 10/01/2020, 13:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2987
Località: (UD)
enzo betty ha scritto:
complimenti per l'acquisto ... a mi parere il micro + bello una linea fantastica esteticamente per aver 40 anni

:lol:

Ogni scarrafone è bello a mamma soja


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 11/01/2020, 0:46 
Non connesso

Iscritto il: 23/12/2019, 0:40
Messaggi: 18
Ciai,
e ancora grazie a tutti per il benvenuto.

Penso che fare i distinguo fra Pomo e Stag abbia poco senso: un po' come le "pelosità" fra Alfisti e Lancisti, Vespisti e Lambrettisti., o stare a questionare fra la Panda ultima serie e quella precedente...

In effetti ciascuno dei due mi sembra proprio... nè più nè meno che una Panda: alla fine i budget in gioco, le destinazioni d'uso e gli impieghi reali sono anche gli stessi (anche se giù al salirci sopra mi sono sentito un po' in pozzetto di un Mini Transat 6.50 !).

E vero che il pozzetto del Pomo è più comodo e che la cabina... forse pure; ma le differenze non permettono di far stare comoda una persona in più o di caricare sull'una un flight case che nell'altra non entra.

Ovviamente mi sono messo a fare rilievi su foto e a prendere misure per vedere quale dei due abbia mascone e giardinetto più esposto al vento, quale l'albero più alto e la tuga sfruttabile all'esterno etc.; ma anche qui è stato un questionare discutbile: alla fine ha ragione Guru riguardo "gli scarrafoni", e se si vuole avere pretesa di migliorare veramente anche una sola voce... secondo me bisogna passare ad un 8 metri !

Quello di cui sono contento è che lo Stag mi sembradavvero meglio costruito, sia negli spessori (il Pomo sembrava "ingoiare"e i rulli) che nelle sagome dello stampo, che nlla qualità delle pur semplicissime finiture.

E poi è fantastico che si possa andare a zonzo per mare con minima preparazione, in tempi brevissimi, in piccola autosufficienza, con un barchino che entra in salotto, di cui si può fare manutenzione a costi da Vespista !

Mi spiace aver lasciato il Pomo, ma l'unico che ho trovato disponibile (e che vi ricordo: ho visitato con un viaggio fatto apposta di 500 km in sola andata perchè dalle foto sembrava pronto all'acqua) non è messo come speravo: a spanne, gli interventi necessari non sarebbero costati poco, nè sarebbero stati veloci (per mia disponibilità di tempo): per metterlo nelle condizioni che avrei voluto rischiavo di non riuscire a usarlo in acqua entro l'anno.

Lo Stag invece è davvero rimesso a nuovo, fra l'altro ho visto che ha armo a 7/8, non ha volanti, ha paterazzo, è ben invelata...; il venditore mi ha detto che ha sezioni antiaffondamento (di cui non avevo letto nelle schede online).

Unico neo per tutte questi barchini sta nell'assenza di bulbo, nel pericolo di capovoilgimento e nella difficoltà di recupero da scuffia: per questo avrei voluto un Meteor o qualcosa di simile, ma il bassissimo pescaggio secondo me è un must.
Il venditore mi ha detto che la deriva pesa una 70ina di kg, che è uscito tranquillamente con 25 nodi e sbandamento di neanche 10 gradi: ma lui è un lupo di mare, e lì mi sa che non è la barca a fare la differenza, ma il manico.
La deriva è azionabile da pozzetto con due cime e, se quella di ritegno non esce dallo strozzascotte, non dovrebbe rientrare qualora ci si dovesse capovolgere.

La difficoltà ora è nell'andarla a prendere: ho auto con gancio (carico trainabile 1350 kg), ho anche trovato un rimessaggio vicino lo scivolo, e ho acquistato anche il carrello di alaggio che inizialmente non volevo prendere; ho letto sul forum delle trasferte con carrello a noleggio ed ero tranquillo al riguardo.

Invece in zona (fra Pescara e Ancona) NON ESISTE un noleggiatore di carrelli barca !
Ho battuto i noleggiatori di carrelli e rimorchi, fornitori di materiale nautico, le rimesse e i dockisti, i cantieri della zona...
Niente.
Le opzioni sono due: trasporto professionale (al costo di 1/5 del prezzo della barca), oppure temporeggiare e portarla via mare appena l'aria si stempera, magari durante il periodo di Pasqua previa benedizione alla partenza(io ho solo poca esperienza con un Laser II).

Mhò vediamo.
Se voi avete sugerimenti al riguardo, sarebbero di grande aiuto.

Enzo: per le foto bisognerà aspettare ancora un po': per chiudere la trattativa sia io che il venditore dobbiamo trovare una serata che vada bene per entrambi, e altre foto ne farò al ritiro che... spero avvenga presto.
Per intanto ti dico che foto e foilmati della Betty li guardo e li riguardo da tempo, così come anche quelli della Classe Micro e delle vostre regate in Nord Adriatico (oltre che quelle fuori Italia).

E naturalmente altrettanto con immagini e filmati del Pomo, a cominciare dai report su MdT delle uscite del Millennium Falcon. del Lazy Lady etc.

A proposito: fra i nomi si è aggiunto quello di "MezzaMela", che è femminile e forse un po' più aggraziato degli altri.

Aneddoto: stavo contemplando anche "Chat Noir" perchè, appena ripartito dopo aver concluso, dietro una curva un gatto nero stava per attraversarmi la strada, ma si è fermato a fissarmi per una frazione di secondo quando era a metà strada, si è girato, è tornato indietro ed ha preso una corsa pazzesca saltando fra due inferriate successive, perrcorrendo una cinquantina di metri in gran carriera ed eclissandosi poi sotto una macchina.
Non l'ho preso esattamente come n buon auspicio... machissene.

Poi vi chiederò consigli per le prime uscite e per alcune voci dell'equipaggiamento. Mi darete una mano ?

Ah ! Ieri sera mi sono iscritto al corso per patente vela e motore entro le 12 miglia: si comincia mercoledì 15 !

Grazie ancora, e
Buon vento !

G.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: BlackSheep / PecoraNera o Nato Storto
MessaggioInviato: 13/01/2020, 1:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2987
Località: (UD)
Gianluca-70 ha scritto:
In effetti ciascuno dei due mi sembra proprio... nè più nè meno che una Panda: alla fine i budget in gioco, le destinazioni d'uso e gli impieghi reali sono anche gli stessi

verissimo, il budget è limitato, se lo dividi per gli anni che userai (si spera) la barca ne viene fuori che l'uso è quasi gratuito... :)
e se mai dovessi rivenderla non sarà impossibile recuperare almeno metà della cifra sborsata ora...
(ma assolutamente ZERO di tutto quello che ci spenderai da adesso in poi... )

Gianluca-70 ha scritto:
(anche se giù al salirci sopra mi sono sentito un po' in pozzetto di un Mini Transat 6.50 !).

è uno strano effetto che fanno le barche fuori dall'acqua... sembrano sembre gigantesche...
poi quando ci rimetti piede una volta in acqua ti sembra un guscio di noce. :mrgreen:


Gianluca-70 ha scritto:
E vero che il pozzetto del Pomo è più comodo e che la cabina... forse pure; ma le differenze non permettono di far stare comoda una persona in più o di caricare sull'una un flight case che nell'altra non entra.

hai ragione... ai fini dell'utilizzo le vedo come due barche equivalenti...

Gianluca-70 ha scritto:
Quello di cui sono contento è che lo Stag mi sembradavvero meglio costruito, sia negli spessori (il Pomo sembrava "ingoiare"e i rulli) che nelle sagome dello stampo, che nlla qualità delle pur semplicissime finiture.

considera che già di listino lo stag costava parecchio più di un micropomo..
uno stag nel 1981 costava 6.500.000 £ senza vele
un micropomo nello stesso anno 5.200.000 £ con randa e fiocco

si, lo stag era generalmente meglio rifinito di un micropomo...
sulla costruzione generale, invece.. li considero equivalenti...
non capisco cosa intenti "nelle sagone dello stampo"...
ti piacciono di più le sue linee d'acqua?

Gianluca-70 ha scritto:
Lo Stag invece è davvero rimesso a nuovo, fra l'altro ho visto che ha armo a 7/8, non ha volanti, ha paterazzo, è ben invelata...; il venditore mi ha detto che ha sezioni antiaffondamento (di cui non avevo letto nelle schede online).

tutti i micro che volevano stare in stazza dovevano essere inaffondabili.
Hanno tutti dei volumi interni che ne dovrebbero assicurare l'inaffondabilità.

Gianluca-70 ha scritto:
Unico neo per tutte questi barchini sta nell'assenza di bulbo, nel pericolo di capovoilgimento e nella difficoltà di recupero da scuffia:

Questo lo devi chiedere al padrone (è ancora Nando?) di Blu di Jamaica... :roll:
Si è ribaltato due volte con il suo Stag 18...
una volta a Grignano vicino Trieste per un colpo di bora (ne trovi le foto qui..) e un'altra volta in laguna di venezia per un fortunale con venti oltre 40 nodi..
Non ho notizie di altri micro ribaltatisi.

il recupero da una scuffia senza barca appoggio è semplicemente impossibile.

Gianluca-70 ha scritto:
Il venditore mi ha detto che la deriva pesa una 70ina di kg, che è uscito tranquillamente con 25 nodi e sbandamento di neanche 10 gradi: ma lui è un lupo di mare, e lì mi sa che non è la barca a fare la differenza, ma il manico.

a secco di vele? :mrgreen:
scherzi a parte, si... probabilmente solo fiocco o randa veramente ridotta all'osso.. e buon manico al timone e alle scotte.

Gianluca-70 ha scritto:
temporeggiare e portarla via mare appena l'aria si stempera, magari durante il periodo di Pasqua previa benedizione alla partenza(io ho solo poca esperienza con un Laser II).

piu' che stemperare l'aria... meglio avere qualche ora di luce in più...
navigare di notte non è per niente facile.
Senza un minimo di esperienza è facile restare disorientati..
è comunque una bella sfacchinata ma si puo' fare...
io ho portato la mia a casa il ponte del 1 novembre di un bel po di anni fa... ed erano 65 miglia..
partiti all'alba abbiamo ormeggiato a casa esattamente al tramonto..

Gianluca-70 ha scritto:
Poi vi chiederò consigli per le prime uscite e per alcune voci dell'equipaggiamento. Mi darete una mano ?

sempre volentieri..

Gianluca-70 ha scritto:
Ah ! Ieri sera mi sono iscritto al corso per patente vela e motore entro le 12 miglia: si comincia mercoledì 15 !

ben fatto...
li imparerai altre cose... che ti saranno comunque utili (regole per evitare gli abbordi, luci e segnalamenti, un minimo di cartografia)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it