Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 20/11/2017, 19:26

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: aggiungere il generatore al fuoribordo
MessaggioInviato: 08/03/2011, 15:33 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2748
Località: (UD)
E' una esigenza comune dover ricaricare un po' la batteria, tra i vari sistemi possibili, uno e' quello di avere nel fuoribordo un generatore in grado di ricaricare la batteria quando il motore gira.
Purtroppo questo generatore non e' quasi mai installato di fabbrica nei piccoli fuoribordo fino a 6CV, se non nelle versioni appositamente pensate per essere usate su piccole barche a vela, denominate a seconda del produttore "sailpower", "sailmate", ecc.

Come fare se si ha a disposizione un motore fuoribordo che non dispone del generatore?
Beh, se il motore e' predisposto, e lo sono quasi tutti, acquistare il ricambio e montarselo non e' una operazione poi cosi' difficile.

Nel dettaglio: nei piccoli fuoribordo (fino a 6CV) non esiste un vero e proprio "alternatore".. quello che viene chiamato "alternatore" e' in realta' una semplicissima bobina avvolta su lamierini ferromagnetici che viene posta accanto a quella che genera la tensione per la candela e sfruttandone lo stesso magnete permanente genera tensione/corrente alternata.
Poi in serie viene messo un raddrizzatore (un ponte di diodi) per trasformare questa tensione in contina e poter cosi' ricaricare la batteria.

Faccio un esempio con il motore Mercury/Mariner/Tohatsu 4-5CV 2tempi:

Il ricambio in questione e' indicato nella foto sottostante con il numero 1 per la bobina e 6 per il raddrizzatore
Allegato:
Commento file: Bobina e raddrizzatore
bobina.jpg
bobina.jpg [ 45.44 KiB | Osservato 15209 volte ]


Va montato sotto al magnete permanente di fronte alla bobina dell'accensione (indicata dal numero 2)
Allegato:
Commento file: esploso magneto e bobine
magneto2t.jpg
magneto2t.jpg [ 116.97 KiB | Osservato 15209 volte ]


Il vantaggio di questa cosa e' la semplicita': con una semplicissima bobina ( che volendo potremmo benissimo farci in casa avvolgendo del filo sottile intorno ad una barra di lamine ferromagnetiche... ) si ottiene un "alternatore"...
il grosso svantaggio e' che non se ne ricava troppa potenza... 60W massimo tipicamente (5A@12V), pero' per dare una piccola ricarica alla batteria basta... si puó caricare tranquillamente la batteria... solo che serve tempo.. in 10min ci carichi 1Ah non di piu'... per caricare completamente una batteria da 20Ah servono 4 ore di moto almeno...

Per il montaggio, una volta rimosso il blocco con la corda di accensione (attenzione alla molla) e svitato il magnete permanente (occhio a non perdere la chiavetta)... si tratta di avvitare nella sede prevista la nuova bobina "altenatore"

Nello schema qui sotto la bobina del generatore e' disegnata in rosso ed indicata con il numero 1, quella dell'accensione e' indicata con il numero 2 e il magnete permanente con il numero 5.
Allegato:
Commento file: montaggio "alternatore"
alternatore.JPG
alternatore.JPG [ 49.05 KiB | Osservato 15209 volte ]


Passando ad un altro motore, il mercury/mariner/tohatsu 4-6CV 4 tempi, il discorso non cambia... anzi.. il ricambio e' sempre lo stesso..
Allegato:
Commento file: montaggio "alternatore" su 4T
magneto.jpg
magneto.jpg [ 116.25 KiB | Osservato 15209 volte ]


Per quel che riguarda i ricambi, si possono trovare dal proprio rivenditore oppure in internet questi sono i siti dove si possono controllare gli esplosi e le part-list dei vari motori:

Mercury: http://www.mercurypartsexpress.com/us/parts-search.html
Tohatsu: http://www.tohatsuoutboardparts.com/Parts-Books.html
Evinrude/Johnson: http://epc.brp.com/SiteMods/BRP_Public/ ... Index.aspx
Yamaha: http://www.yamaha-motor.com/outboard/parts/home.aspx

Il ricambio e' in due pezzi:
- la bobina alternatore che trovate solitamente indicata come ALTERNATOR o CHARGE COIL
- il raddrizzatore elettronico che trovate indicato come RECTIFIER o POWER PACK

La bobina costa all'incirca 50€, mentre il raddrizzatore elettronico lo fanno pagare uno sproposito 120€ e oltretutto non e' neppure un ponte di diodi completo, ma un diodo singolo...

Per chi e' un po' piu' intraprendente suggerisco di acquistare solo la bobina e invece del Rectifier standard acquistare qualcosa tipo questo:

IXYS - VBO40
http://it.rs-online.com/web/search/sear ... &R=0193199

E' un ponte raddrizzatore completo (il nostro raddrizzatore appunto) da 40A che costa circa 18€ (contro i 120 del pezzo originale :shock: )
Si collegano i fili provenienti dalla bobina ai morsetti indicati con ~ e gli altri due morsetti indicati come + e - vanno collegati direttamente alla batteria rispettandone la polarita', interponendo sul positivo un fusibile da 10-15A tra raddrizzatore e batteria.
Il corpo metallico del raddrizzatore va avvitato ad una superficie metallica fresca del motore per poter dissipare il calore sviluppato, eventualmente lo si puo' avvitare con una sola vite nella stessa posizione prevista per quello originale, per chi puo' sarebbe bene aggiungerci della pasta termoconduttiva tra raddrizzatore e metallo, ma e' una finezza.
La posizione prevista per il raddrizzatore originale e' quella prevista qui sotto
Allegato:
Commento file: posizione raddrizzatore
magneto2t_b.jpg
magneto2t_b.jpg [ 116.94 KiB | Osservato 15209 volte ]


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: aggiungere il generatore al fuoribordo
MessaggioInviato: 08/03/2011, 21:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/01/2011, 13:02
Messaggi: 1101
Località: ASIAGO
:o letto tutto d'un fiato è ancora più chiaro ;)

_________________
Diego
Skype : diego3c


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: aggiungere il generatore al fuoribordo
MessaggioInviato: 23/08/2017, 0:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 2748
Località: (UD)
ritorno sulla questione dopo un bel po di tempo...

intanto aggiorno un link che nel frattempo è andato "perduto"

Yamaha parts: http://parts.yamaha-motor.co.uk/ypec_b2c/

poi mi correggo riguardo al raddrizzatore/regolatore...
non è un semplice diodo, neppure nei motori piu' antichi.

quindi niente IXYS - VBO40, ma tocca prendere il suo regolatore.

Che io sappia nei piccoli motori sono ancora tutti dei regolatori shunt (in parallelo all'uscita) che mandano letteralmente in corto circuito la bobina di carica quando la sua tensione supera la soglia di massimo (e contemporaneamente si stacca la batteria/utenza per non mandare anche lei in corto)
La bobina è progettata per lavorare cosi' e anche se finisce in corto non le succede nulla.
Chiaro che se c'è un carico che si assorbe tutta la corrente generata, evitando che la bobina "scarica" vada oltre la tensione di soglia tutto il sistema tira un sospiro di sollievo...
Quindi, il carico è bene che ci sia, sempre, magari solo la batteria in ricarica....

Devo dire che è un sistema piuttosto barbaro.
La bobina quando è in corto circuito assorbe comunque la sua potenza (dal motore) che finisce sprecata in calore... insomma consumiamo carburante per scaldare... non mi pare tanto intelligente...

In compenso il sistema è semplice da costruire... fare l'opposto (ossia staccare la bobina quando la sua tensione sale troppo) è una vera rogna...
l'induttanza della bobina genera una sovratensione tale da mettere a repentaglio il regolatore... per cui tocca usare componenti ben piu' "tosti"...
Lo si fa, ma solo su motori con generatori piu' performanti.. oltre i 100W.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it