Marinai di Terraferma
http://www.mezzomarinaio.com/mdt/

meccanismo deriva first 22
http://www.mezzomarinaio.com/mdt/viewtopic.php?f=17&t=6917
Pagina 1 di 1

Autore:  androma [ 12/01/2020, 19:38 ]
Oggetto del messaggio:  meccanismo deriva first 22

Ciao a tutti,
dopo tanti anni di deriva e cabinato altrui come equipaggio, per lo più di regate, ho maturato l’insana decisione di acquistare una barchetta.
Avevo sempre rimandato perché so già che userò poco la barca, e intorno Roma la gestione anche di un sei metri finisce per essere molto costosa, soprattutto per il posto barca.
Poi ho incontrato una persona che sembra avere le mie stesse esigenze, cioè piccolo cabinato e prevalentemente uscite giornaliere, e abbiamo pensato che condividendo le spese sia di acquisto che di gestione possiamo farcela.
Abbiamo visto ieri insieme un first 22, anno 1982, che sembra portare benissimo i suoi quasi 40 anni. L’unico aspetto che mi crea qualche dubbio è il meccanismo di sollevamento della deriva. Il meccanismo dovrebbe essere lo stesso che Beneteau ha utilizzato per altre sue barche (di sicuro per il first 18, ma penso anche per first 24 e 26 coevi), vite senza fine e deriva rotante su perno che non rientra del tutto ma ruota fino a diventare parallela allo scafo, ma non so se esista un modo per ispezionarlo: apparentemente da dentro non è possibile.
Girando la manovella fermi in porto si induriva parecchio, secondo il proprietario ciò è dovuto alle alghe sulla deriva, può essere una spiegazione ragionevole ma comunque non mi lascia tranquillo.
Qualcuno di voi conosce quel meccanismo e sa darmi qualche suggerimento su come verificarne lo stato? Che prove potrei fare senza alare lo scafo? L’alaggio e la pulizia con idropulitrice rientra peraltro tra le cose da fare assolutamente una volta che avremo deciso di prenderla, però mi chiedevo se prima potevo fare qualche altra verifica.
Andrea

Autore:  Paddy [ 13/01/2020, 10:16 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Credo sia più simile a quello del first 21 e del 235. Sotto ci sono 4 bulloni che svitati sganciano il perno e liberano la deriva per estrarla. È pesante, molto, e richiede un cantiere e un muretto per farla scendere, ma si può fare.

Autore:  androma [ 13/01/2020, 10:38 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

ho fotografato l'adesivo interno, e la fiche del meccanismo è questa, mi sa che per vedere lo stato del meccanismo bisogna smontare tutto :roll:
Nell'immagine didascalica si vede uno sportello quadrato (trappe de visite), serve per ispezionare l'asse di rotazione della deriva, l'abbiamo aperto ma in qualche momento della vita della barca qualcuno ha pensato che era meglio resinare tutto :evil: :evil:

Allegati:
IMG-20191229-WA0035.jpg
IMG-20191229-WA0035.jpg [ 92.25 KiB | Osservato 507 volte ]
IMG-20200112-WA0010.jpg
IMG-20200112-WA0010.jpg [ 16.93 KiB | Osservato 507 volte ]

Autore:  androma [ 13/01/2020, 10:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Altra questione: intorno alla vite in cabina la vetroresina ha parecchie crepette, e la sede è anche un po' infossata.

Allegati:
IMG-20191229-WA0043.jpg
IMG-20191229-WA0043.jpg [ 80.89 KiB | Osservato 499 volte ]
IMG-20191229-WA0019.jpg
IMG-20191229-WA0019.jpg [ 105.67 KiB | Osservato 507 volte ]

Autore:  androma [ 25/01/2020, 16:33 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

vorrei un parere: con un socio siamo in trattativa per acquistare un first 22, quello della domanda di sopra.
Oggi finalmente abbiamo potuto vedere la barca fuori dall'acqua.
L'accordo con il proprietario era che avrebbe tirato fuori la barca in un cantiere vicino al suo porto, l'avremmo fatta alare e lavare a ns spese, ed essendo il cantiere di sua conoscenza avremmo potuto far fare antivegetativa allo stesso cantiere per 600 euro.
Stamane abbiamo trovato la barca con antivegetativa già fatta :? :?
Il proprietario si è giustificato dicendo che il cantiere gli ha messo fretta, aveva necessità di liberare il piazzale e quindi ha dato anche l'antivegetativa. Peraltro secondo loro ci vogliono 400 euro in più perchè di alta qualità :lol: :lol: :lol:
La visita è anche andata male perchè la deriva, il cui meccanismo è stato revisionato e sembra a posto, non risaliva più perchè il proprietario l'aveva fatta scendere troppo e la vite senza fine non riusciva più a farla salire. Devono rismontarla e mettere un fermo a fine corsa per evitare che si ripeta.
Premesso che non abbiamo nessuna intenzione di pagare qualcosa in più di quanto pattuito, secondo voi perchè un venditore dovrebbe fare una cosa del genere? La barca è bella, sembra in ordine e lo scafo sembra a posto. Si è anche offerto di mettere per iscritto che non ha osmosi, anche se non so a cosa ci servirebbe.
Ma non capisco come mai uno rischi di bruciare un cliente interessato con una mossa così......
Perchè è evidente che ora ci stiamo pensando su, non per la barca che contiuna a sembrermi a posto, ma per l'atteggiamento poco trasparente del venditore che alla fine ti lascia in testa un tarlo .......

Autore:  Paddy [ 25/01/2020, 18:46 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Per quanto possa servire un consiglio dato su un forum.
Non comprerei una barca che non è in ordine nelle parti fondamentali, la deriva a mio parere è una di queste.
Dare l'antivegetativa, anche se non è una certezza di dolo, può nascondere difetti prima visibili.

Tra varo alaggio, pulizia, materiale e manodopera spendo 250 euro. Anche considerando un'antivegetativa di qualità non credo che si possa superare i 500. Considera che per un 20 piedi ci vogliono circa 1500 gr di materiale e anche la più costosa può arrivare a 70/80 € al kg.

Autore:  androma [ 25/01/2020, 19:19 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Paddy ha scritto:
Per quanto possa servire un consiglio dato su un forum.
Non comprerei una barca che non è in ordine nelle parti fondamentali, la deriva a mio parere è una di queste.
Dare l'antivegetativa, anche se non è una certezza di dolo, può nascondere difetti prima visibili.

Tra varo alaggio, pulizia, materiale e manodopera spendo 250 euro. Anche considerando un'antivegetativa di qualità non credo che si possa superare i 500. Considera che per un 20 piedi ci vogliono circa 1500 gr di materiale e anche la più costosa può arrivare a 70/80 € al kg.


Grazie del parere.
Il prezzo dell'AV data dal cantiere per un 7 metri intorno a 600 euro ci sta, varo e alaggio compresi, almeno nei dintorni di Roma dove i prezzi della nautica sono decisamente alti.
Quindi direi che 200 di materiale, contando anche il primer, 150 tra alaggio e varo, 150 di lavoro considerato che era praticamente una coltivazione di cozze ci può stare, almeno per come siamo abituati da queste parti :evil: :evil:

La deriva l'ho ispezionata per bene oggi, è a posto ed è stato cambiato anche il perno. Il difetto dovrebbe essere solo nell'averla fatta scendere troppo per cui la vite senza fine era puntata su un solo filetto, e non ce la faceva a far salire 400kg di deriva.
Comunque va da se che se non ce la fa provare per bene dopo averla risistemata la barca se la tiene.

Mi chiedo però che tipo di difetti possa aver voluto coprire dando l'AV. Lo scafo, a vista, sta davvero bene per avere 40 anni, è liscio, senza tracce di urti o altro, almeno per quanto capisco io.
E se, come immagino, si è fatto mettere fretta dal cantiere allora si è messo a rischio di perdere un cliente.

Il mio socio aveva trattato un'altra barca che casualmente stava nello stesso cantiere e gli avevano fatto lo stesso scherzetto, di fargliela trovare con l'AV fatta, quindi potrebbe anche essere una caratteristica (malsana) del cantiere........

Autore:  Paddy [ 26/01/2020, 9:51 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Sempre nel campo delle supposizioni e parlando di esperienze personali.
Comprai la mia prima barca con l'antivegetativa appena fatta, bella asciutta, liscia, perfetta. L'anno successivo all'alaggio la carena era piena di enormi bolle. 2200 euro per il ripristino.
Come premesso sono solo supposizioni, ma come hai ben specificato le dichiarazioni di assenza di osmosi lasciano il tempo che trovano. Personalmente investirei nel centinaio di euro necessari ad un controllo dell'umidità, soldi per altro dovrebbe sborsare il venditore in caso di esito negativo.

Autore:  guru70 [ 27/01/2020, 1:02 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Paddy ha scritto:
Sempre nel campo delle supposizioni e parlando di esperienze personali.
Comprai la mia prima barca con l'antivegetativa appena fatta, bella asciutta, liscia, perfetta. L'anno successivo all'alaggio la carena era piena di enormi bolle. 2200 euro per il ripristino.
Come premesso sono solo supposizioni, ma come hai ben specificato le dichiarazioni di assenza di osmosi lasciano il tempo che trovano.


ecco...
non volevo scriverlo... ma la prima cosa che mi è venuta in mente è che la antivegetativa appena data copre i segni di una eventuale osmosi...

Autore:  androma [ 27/01/2020, 17:25 ]
Oggetto del messaggio:  Re: meccanismo deriva first 22

Grazie a tutti dei pareri, questo forum è veramente prezioso.
Anche a me è ovviamente passata per la testa la possibilità che volesse coprire l'osmosi.
Stamattina ho passato qualche ora in cantiere con il proprietario, ho assistito allo smontaggio del meccanismo della deriva, verifica dello stato, ingrassaggio e rimontaggio previa sostituzione del perno.
Devo dire che il meccanismo è proprio bello e in ordine, e mi piace.
Ne ho approfittato per controllare meglio le lande e le sartie, che sono entrambe in ordine.
Secondo me, dopo aver chiacchierato un po' con gli omini del cantiere, può essere plausibile che abbiano dato l'antivegetativa senza neanche chiedergli, anche stamane avevano fatto altri piccoli lavori senza neanche avvertirlo, deve essere uno (strano) metodo di lavoro di quel cantiere.
Il lavoro fatto stamane è quello di forare la vite senza fine per inserire una copiglia di fine corsa per evitare che la deriva scenda troppo e diventi impossibile ritirarla su. Avevo il dubbio che così facendo diventasse impossibile l'ispezione del perno ma insieme agli omini del cantiere abbiamo capito con quale sequenza, fuori acqua, l'operazione di verifica del perno resta possibile.
Per altro la barca mi piace proprio e quindi mi sa che un'offerta gliela faremo, sperando nella buona fede in merito all'osmosi :oops: .
Vi farò sapere :D :D

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
http://www.phpbb.com/