Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 29/01/2022, 3:00

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 18/11/2021, 11:35 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 162
Buongiorno a tutti, la stagione estiva è giunta al termine e devo fare il riepilogo di quanto fatto con la barca a vela. La condizione attuale familiare, bambina di 1 anno, non ci ha permesso di vivere in modo intensivo la barca perché logicamente abbiamo dovuto rimodulare le esperienze. A conti fatti possiamo essere comunque soddisfatti perché abbiamo avuto momenti di gratifica e momenti di apprendimento. Prima di tutto possiamo dire di essere riusciti a fare un discreto numero di ore a vela. Abbiamo raggiunto la velocità di 4 nodi reali (registrati con navionics) del natante :lol: :lol: , abbiamo fatto una piccola crocera giornaliera lungo tutta la provincia di Livorno e abbiamo trascorso piacevoli serate a cena nello spaziosissimo pozzetto del micropomo. Che cosa è mancato? Sono mancate tre esperienze: la prima, più importante, è quella di una uscita con un istruttore che ci faccia vedere cosa può fare il micropomo, in sicurezza, andando con un normale vento di termica. La seconda è la sostituzione del fiocco autovirante, veramente insufficiente per i venti che ci accompagnano nelle nostre uscite. Abbiamo provato un vecchio genoa che purtroppo risulta troppo lungo e la barca andava veramente meglio. Avremo necessità di un genoa leggero ma che arrivi almeno oltre la base dell’albero. Ultimo aspetto che è andato "storto" è il disalbero che dimenticandosi il tambuccio aperto ha piegato leggermente la base dell’inferitura della randa. E’ una zona che non è funzionale, di li non ci passa nulla ma effettivamente è brutto a vedersi. Proverò a raddrizzare un po.
Alla fine, in foto sotto, ecco l’obbiettivo più bello di questa estate. ;)


Allegati:
Cattura.JPG
Cattura.JPG [ 67.74 KiB | Osservato 922 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 18/11/2021, 11:39 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 162
In foto la piccola ammaccatura da sistemare...anzi se avete suggerimenti... :roll:


Allegati:
IMG_20211031_111417.jpg
IMG_20211031_111417.jpg [ 3.77 MiB | Osservato 920 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 18/11/2021, 11:41 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 162
...e questo il genoa purtroppo troppo lungo da provare.


Allegati:
IMG_20210812_122041.jpg
IMG_20210812_122041.jpg [ 5.75 MiB | Osservato 920 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 19/11/2021, 13:45 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 221
ciao , luca !
innanzitutto , complimenti per la piccolina !
per quel che riguarda raddrizzare la canalina , può sembrare un lavoro banale ma se fatto male rischi che si veda molto più di adesso . fossi io, mi costruirei due leverini sagomati (però io ho un'officina di macchine utensili ... ) da usare con criterio dopo aver scaldato con un phon industriale la zona interessata . se hai dubbi , meglio che lasci il mondo come stà . ci penserai in futuro .
per il genoa : perchè è murato così alto a prua ? più i genoa è a filo della coperta e meglio và ...
murandolo a filo della coperta , è ancora lungo di base ( se lo abbassi , il pnto di scotta si sposta a prua...) ? nel caso , valuta di far realizzare una vela nuova , magari terzarolabile che ti permette di avere una buona superfice con poco vento e al tempo stesso una vela adatta a venti più sostenuti ma che ha ancora la forma ottimale e non come un genoa parzialmente rollato che ...diventa un sacco che non ti permette più una bolina decente ...
per quel che riguarda il "maestro" di vela , ti faccio una proposta (estesa a tutti ! ) : visto che hai il carrello stradale e il gancio traino nell'autovettura , perchè non organizziamo una crocierina costiera in flottiglia ? così ti sentiresti più sicuro , navigando tra altri barchini come il tuo e vedendo quello che fanno gl'altri armatori . in più ti faresti anche una bella vacanza !
facciamo una settimana a luglio 2022 ? noi , quest'anno ci siamo fatt 10 giorni di crocierina costiera col nostro 5 metri ( è il 10 %più piccola della vostra ! ) .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 19/11/2021, 14:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3297
Località: (UD)
non occorre un genoa terzarolabile...
la vela da tempesta ce l'hai gia'... e' il fiocchetto autovirante.

Basta un gran genoa o meglio ancora un drifter/code0 (visto che vuoi navigare con poco vento)

PS: non mi sembra troppo lungo quel genoa... anzi.. e' corto di inferitura.
Se arriva a meta' barca va bene... c'e' poco vento non puoi stringere di bolina stretta...devi farla correre quella barca e quindi anche se non stringi la bolina come con il fiocco va bene.
Lo armi su due bozzelli ad estrema poppa e al limite aggiungi un barber a meta' scafo per poter gestire l'altezza del punto scotta e quanto in fuori lo mandi.
Io il barber l'ho fatto con un semplice loop cleat (quelli dei parabordi) ed un bozzello.

Per l'ammaccatura io la lascerei cosi' come sta.
L'allumino e' una brutta bestia.. piega di qui, piega di li ... e si snerva e sei finito a meno di non farlo alla giusta temperatura, ma comunque e' una operazione delicata.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 19/11/2021, 21:44 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 162
:lol: :lol: :lol: :lol: grazie per i consigli, ora mi metto una settimana a studiare su Google sailboat traslator per capire cosa mi avete suggerito e poi vi farò sapere. Luglio 2022 un bel week end sarebbe davvero bello.

https://youtu.be/qev7tHz42bM


Allegati:
IMG_20210905_105440.jpg
IMG_20210905_105440.jpg [ 3.08 MiB | Osservato 875 volte ]
IMG_20210905_105449.jpg
IMG_20210905_105449.jpg [ 3.87 MiB | Osservato 875 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 19/11/2021, 23:58 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 221
perchè solo un weekend ? fatti una settimana . per il varo e l'alaggio , a bellaria c'e lo scivolo . un'altro scivolo è a porto garibaldi . oppure , a cervia , sotto gru , se la barca pesa meno di 10 quintali , 20 euro ogni operazione (20 x il varo e 20 per l'alaggio...) . vediamo se riusciamo a formare un gruppetto !
che poi, sia chiaro , a me và bene anche spostarmi e andare in un'altro posto lontano da casa mia . è che poi non ho i contatti per i cantieri che fanno varo e alaggio e di farmi spennare come un pollo, non ne ho voglia ... se qualcuno fornisce informazioni a riguardo , mi sposto anche ben volentieri !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 20/11/2021, 0:12 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 221
x guru , non intendevo terzarolare il genoa per ricavarci una tormentina .
la mia intenzione era di avere una vela di tessuto leggero e ampia metratura per le ariette (diciamo sotto i 7-8 nodi...) , poi , se rinforza un poco al pomeriggio (tipo che passa a 10-12 ...) , per non dovere fare un cambio di vela , basta prendere i terzaroli al genoa e ridurne un 30% . se armi un retriver sulla penna , non devi neanche uscire dal pozzetto per terzarolarlo .
io , quest'anno , ho fatto fare un fiocco nuovo terzarolabile da usare dai 7-8 nodi di vento fino ad arrivare ai 15-16 con randa terzarolata e fiocco terzarolato . se il vento rinforza ancora , ammaino la randa ma si tratta di situazioni rare... di solito se in porto ci sono più di 12-14 nodi di vento , non esco ...
prendere i terzaroli alla vela di prua , è anche più veloce e facile che farlo alla randa , basta , lascare la scotta , lascare la drizza , cazzare il retriver , ricazzare la drizza e agganciare il nuovo punto di scotta nel moschettone della scotta , fine . poi , se hai tempo e se non sei in crisi , leghi i matafioni altrimenti , rimandi .
io lo trovo molto comodo e pratico . se poi ai velaio ti fà la seconda bugna di scotta un pò alta , il punto di scotta rimane più o meno quello della vela intera .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 20/11/2021, 9:52 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 162
Qui da me il varo da scivolo costa una decina di euro. Quello da gru dipende ma siamo intorno alle 60-80 euro...un furto.
Al momento non mi serve una vela di prua terzalorabile perché non la sfrutto. Navigo con venti molto leggeri e quindi mi serve qualcosa di versatile un po' per tutto tipo gennaker. Le uscite ormai sono standard per tutta una serie di motivi con vento sotto 8 nodi. E il limite è proprio 8-9 nodi. Nel senso che oltre 10 nodi la vela di prua viene completamente ammainata e si va solo di randa piena o addirittura terzalorata. E al momento sopra 10 nodi si fa rotta verso il bar del porto... causa onde.in futuro vedremo. Al momento mi servirebbe una vela di prua per bave di vento o comunque con medie di 4 o 5 nodi e poter fare un po' di lasco. È che non trovo il coraggio di andare a farmi fare un preventivo dal velaio che mi spara un 500 euro per un gennaker del Micropomo. :lol:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Riassunto di fine stagione 2021
MessaggioInviato: 22/11/2021, 15:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3297
Località: (UD)
Luca Ballatori ha scritto:
:lol: :lol: :lol: :lol: grazie per i consigli, ora mi metto una settimana a studiare su Google sailboat traslator per capire cosa mi avete suggerito e poi vi farò sapere.
https://youtu.be/qev7tHz42bM


approfitto del tuo video per darti qualche ulteriore consiglio... su come la vedo io...

Questa e' una immagine della tua randa presa dal video:
Allegato:
Commento file: randa
randa.png
randa.png [ 933.83 KiB | Osservato 811 volte ]


ho aggiunto alcuni riferimenti per valutare la forma e l'orientamento della vela:
in arancio l'orientamento dei profili, in rosso la profondita' della curvatura (camber).

Intanto il camber dei due profili in alto e' esagerato... soprattutto quello della stecca in alto.
La profondita' (rosso) e' oltre il 20% (tantissimo) della lunghezza della corda (arancio)
questo fa si che il flusso non riesca a seguire il profilo della vela, ma ad un certo punto si stacca...
Un po' come in questo disegnino:
Allegato:
Commento file: distacco
distacco.png
distacco.png [ 3.86 KiB | Osservato 811 volte ]


Ed infatti il segnavento posto sulla balumina della randa sulla seconda stecca fileggia addirittura segnando un flusso invertito
(si vede che e' rivolto verso prua) li il vento "torna indietro"... chiaro segno che c'e' turbolenza e distacco dei filetti fluidi.
In pratica meta' della tua randa sta portando, l'altra meta' frena...

Piu' e' accentuato il camber piu' portanza genera la vela, ma se si esagera.. si perde tutto...
(al solito chi troppo vuole... nulla stringe)

Quindi la vela deve essere piu' piatta.


Ora passiamo all'orientamento dei profili: sono tutti esattamente orientati nella stessa maniera.
In condizioni di poco vento (come quelle del video) questo generalmente non e' corretto.
Con poco vento, l'attrito sulla superficie del mare fa si che in basso il vento sia piu' lento... e "accelera" man mano che ci si alza dal mare.
La conseguenza di questo gradiente di velocita' e' che la direzione del vento apparente cambia man mano che si sale...
Piu' si sale piu' il vento appare arrivare con un angolo meno stretto...
Di conseguenza la parte alta della vela deve essere "svergolata" per aprirsi maggiormente rispetto alla base.

Per dare un riferimento, questa e' la foto della mia randa (di tanto tempo fa... ) in cui ho segnato profili e camber..
Allegato:
Commento file: mia randa
mia_randa.png
mia_randa.png [ 4.94 MiB | Osservato 811 volte ]

come vedi il camber non supera mai il 15%... (la vela e' piu' piatta)
e i profili si svergolano man mano che ci si alza nella vela..


Ma come mai la tua vela non si e' svergolata e i profili sono cosi' profondi?

Perche' la balumina della randa e' troppo cazzata verso il basso...
Questo fa si che la vela si "richiuda" su se stessa, aumentando il camber e bloccando i profili che non possono svergolarsi.

MORALE: il punto scotta sul boma della randa e' troppo indietro.
e infatti ce l'hai a fine boma, praticamente sotto l'angolo di scotta della randa...
Eccolo qui da un tuo altro video:
Allegato:
Commento file: scotta
scotta.PNG
scotta.PNG [ 369.82 KiB | Osservato 811 volte ]


SPOSTALO almeno 30cm piu' avanti... Deve essere nella verticale dello strozzatore della scotta randa.

messo come e' ora.. .devi solo ringraziare di non aver trovato vento forte...
(con la randa cosi' grassa.. ti stende...)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it