Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 15/08/2020, 6:14

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 29/07/2020, 23:09 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 102
Durante la prima uscita non me ne ero reso conto...e non riesco a capire ancora come posso non essermi accorto di questo.

La randa al cambio di mura picchia nel paterazzo!!!

Sto 'Azzo ma come può essere possibile?? Ci sono diventato matto a provare mille regolazioni ma non c è storia. Quando passa da destra a sinistra struscia sul paterazzo...e la cosa che mi dispiace è che non me ne sono mai accorto. Ma il precedente proprietario di sta randa e di sta barca non mi poteva avvisare?? Sto sbagliando qualcosa io? Non capisco e stasera sono fortemente rammaricato. C ho cento vele in garage e non ne va bene una.

Per quanto ne so io la randa al cambio di mura non deve strusciare sul paterazzo anche perché rischia di impigliarsi o cosa...


Allegati:
IMG_20200729_201625.jpg
IMG_20200729_201625.jpg [ 3.58 MiB | Osservato 258 volte ]
IMG_20200729_201623.jpg
IMG_20200729_201623.jpg [ 3.46 MiB | Osservato 258 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 0:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3085
Località: (UD)
E che sarà mai...

il vecchio proprietario ti ha dato un bel randone ellittico... niente di meglio..
probabilmente lui accettava lo sfregamento pur di permettersi tanta tela...

puoi togliere il paterazzo (tranquillo l'albero non cade) oppure, meglio metti una stecca in testa d'albero.

come ho fatto io per la mia randa square top, trovi qui l'immagine fatta proprio durante le verifiche per vedere se "passa"...
http://www.mezzomarinaio.com/mdt/download/file.php?id=12720&mode=view&sid=587d29506b732a6b2da5175a4bd4738f

dall'immagine si dovrebbe capire...
ah, naturalmente il cavo d'acciaio è stato sostituito da una cimetta in dyneema.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 7:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3448
Guru risolvi guai.
Ci mancava solo...e adesso lo vuoi un gelato? :lol:

La settimana prossima alo la barca e allora tocca a me :(

_________________
Piccolo è meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 9:14 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 102
:lol: se non risolvesse sarebbe un Guru da quattro soldi e invece...regala consigli fondamentali.
Ribadisco che se per qualche motivo vi ritrovate in provincia di Livorno avete pranzo o cena pagati. ;)

Ma torniamo all argomento randa paterazzo: dunque è possibile navigare a vela anche se la randa struscia sul paterazzo?? :shock:
Il precedente proprietario con questo assetto è andato in vacanza una settimana all Elba ovviamente a vela e li per li non ci potevo credere che fosse "concesso" alla randa di strusciare il paterazzo. Invece mi dite che in alcuni casi questo succede e che ci sono sistemi per evitarlo ma che comunque un paio di uscite le posso fare. Premesso che a me dell usura della vela non me ne frega assolutamente nulla. Uso la barca 10 week end all anno. Io avevo pensato come ultima "ratio " di usare per quest anno la vela sempre terzalorata ma come potete immaginare un po' dispiace anche perché la prima mano leva parecchio.

Fare un paterazzo in dyneema è per un discorso di peso? E la stecca buttafuori paterazzo è un oggetto un po' particolare da trovare o è normalmente usata dalle piccole barche?

Dunque ho 3 opzioni :

1 non me ne frega nulla dello sfregamento randa al cambio di mura. Passare dovrebbe passare ma aspetto di provarla perché è steccata proprio nel punto di sfregamento.

2 vado sempre con una mano di terzaroli.

3 metto la stecca allontana paterazzo o cambio la randa. Ovviamente la soluzione 3 va per il prossimo anno.

Usando la randa come in foto sfiora poco il paterazzo. Praticamente uso il boma non orizzontale e non isso tutta la randa. Altra possibile soluzione che mi sono inventato...nella mia mente però 8-)

Grazie ancora per i preziosi suggerimenti.


Allegati:
IMG_20200729_203755.jpg
IMG_20200729_203755.jpg [ 3.51 MiB | Osservato 242 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 10:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3085
Località: (UD)
Luca Ballatori ha scritto:
Ma torniamo all argomento randa paterazzo: dunque è possibile navigare a vela anche se la randa struscia sul paterazzo?? :shock:

Certo non e' l'ottimo, ma se come nel tuo caso il paterazzo lo striscia appena... si puo' fare sicuramente per un paio di uscite anche piu'...
ricordati solo di tenerlo lasco quando fai le virate/abbattute

Luca Ballatori ha scritto:
Fare un paterazzo in dyneema è per un discorso di peso?

No, e' perche' lassu' in alto il paterazzo deve fare una piega piuttosto stretta (dove vedi quella specie di V) e un cavo d'acciaio si rovinerebbe e non farebbe la stessa piega.
Anche qui.. nessun problema... 8m di cimetta da 4mm in dyneema con calza in PET ti costano poco piu' di 10€... (per il paterazzo non serve di piu')

Poi c'e' da aggiungere un anellino di inox... (pochi spicci)
che e' dove scorre il paterazzo..
Non so se si capisce dalla foto, ma alla fine della stecca c'e' uno stroppetto di dyneema lungo circa meta' della stecca che termina su un anello di inox (o se preferisci un anello ad altro scorrimento in allumino... ma costano un botto)
Il paterazzo parte dalla base della stecca, passa per l'anellino e scende giu' fino alla V rovescia dove hai il paranco.


Luca Ballatori ha scritto:
E la stecca buttafuori paterazzo è un oggetto un po' particolare da trovare o è normalmente usata dalle piccole barche?

e' una normale stecca in vetroresina, la mia e' da 8mm...
se non hai un velaio in prossimita' a cui chiederla puoi addirittura andare tipo al Decathlon e comprare una stecca di ricambio per le tende a igloo...

Per fissarla lassu' sulla penna dell'albero ho utilizzato un pezzetto di tubo in inox in cui si infila giusta giusta...
se compri la stecca di ricambio per le tende lo hai gia' compreso... :idea:

Luca Ballatori ha scritto:
Dunque ho 3 opzioni :
1 non me ne frega nulla dello sfregamento randa al cambio di mura. Passare dovrebbe passare ma aspetto di provarla perché è steccata proprio nel punto di sfregamento.
2 vado sempre con una mano di terzaroli.
3 metto la stecca allontana paterazzo o cambio la randa. Ovviamente la soluzione 3 va per il prossimo anno.


preferisco la 3a (metto la stecca)... la 3b (cambio randa) mi pare fuori luogo.
Scusa, perche' aspettare l'anno prossimo?
Procurati il materiale, tira giu' l'albero con la poppa della barca rivolta verso il molo... (in due con un po' di attenzione si fa tranquillamente a mano)
e dal molo lavori tranquillo per fissare la stecca e il nuovo paterazzo...
Che ci vuole?
due ore di lavoro?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 15:46 
Non connesso

Iscritto il: 28/07/2019, 22:04
Messaggi: 102
Nella foto si vede la testa dell albero dove è attaccato il paterazzo. È acciaio inox. Se allungassi lo scatolato di 15 cm ben imbulonato a quello esistente magari inserendolo dentro al presente forse potrebbe bastare. Non so se spostando la forza fuori dallasse dell albero quanto sia coretto o meno. Il paterazzo poi agirebbe non proprio vicino all albero ma spostato di 25 cm indietro. Però potrebbe essere una soluzione. Uno scatolato inox è più robusto della fibra di vetro....e poi abbiamo detto che nel micropomo non è strutturale.

Comunque con questo backstay flicker mi hai aperto un mondo.

Grazie ancora.


Allegati:
IMG_20200730_153708.jpg
IMG_20200730_153708.jpg [ 2.56 MiB | Osservato 217 volte ]
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 16:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3085
Località: (UD)
meglio la stecca.

se bastasse spostare indietro il punto di attacco del paterazzo non si prenderebbero la briga di fare tutto quel sistema con il bozzello/anello..
attaccherebbero il paterazzo direttamente al termine della stecca.

Nella realta' quel che si vuole e' tirare verso indietro la penna per far flettere la parte superiore dell'albero verso indietro.
Se attacchi il paterazzo direttamente alla fine della "prolunga" ottieni una grande coppia torcente (che ti spianta il "cappello" dall'albero) e poco effetto flettente sulla parte inferiore dell'albero... stai solo flettendo la punta estrema...
Inoltre non c'e' nessun "sostegno" che impedisca spostamenti verso avanti della penna dell'albero..

Se invece attacchi il paterazzo dove era... e lo fai passare per l'anellino/bozzello... il tiro dell'ultima parte attaccata all'albero viene quasi orizzontale...
hai una buona componente che tira verso indietro la penna dell'albero facendolo flettere per un bel tratto (e sorreggendolo verso poppa)... senza sottoporre a stress esagerato il "cappello"... che e' solo rivettato sul profilato dell'albero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 20:12 
Non connesso

Iscritto il: 02/09/2018, 22:31
Messaggi: 76
basta che allenti il paterazzo prima della virata e poi lo ricazzi (se serve....) quando sei su nuove mura . oppure issa la randa qualche centimetro di meno , avrai il boma leggermente più basso (ma basta che sia sueriore all'altezza testa....) ma alla fine non cambia quasi nulla .


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 22:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3448
Luca Ballatori ha scritto:
Ribadisco che se per qualche motivo vi ritrovate in provincia di Livorno avete pranzo o cena pagati. ;)




hei fermi tutti. Ho trovato chi organizza il prossimo raduno MdT

_________________
Piccolo è meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sconforto delusione o forse incompetenza ma la randa non va
MessaggioInviato: 30/07/2020, 23:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2009, 10:24
Messaggi: 3085
Località: (UD)
carlo1974 ha scritto:
oppure issa la randa qualche centimetro di meno , avrai il boma leggermente più basso

non è una via percorribile...
il suo boma è rivettato sull'albero, non si può spostare e quindi issare di meno la randa significa farle fare una pancia tremenda.
L'unica è una mano di terzaroli..
che però toglie troppa tela.
(a proposito... dovresti rivedere un attimo quel boma.. mi sa che stai usando il rinvio della mano di terzi come base randa..)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it