Marinai di Terraferma

Forum dei marinai carrellatori
Oggi è 21/02/2020, 4:38

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 26/08/2016, 22:54 
Non connesso

Iscritto il: 14/03/2011, 19:56
Messaggi: 892
Il post dell'amico Fabry mi porta ad una riflessione quando dice "una barca autocostruita non me la sento di prenderla come prima barca...."parrebbe che un'oggetto autocostruito in questo caso una barca nasconda delle insidie x un eventuale acquisto , immagino che tali insidie si celino proprio nella costruzione stessa come se solo i grandi o piccoli cantieri fossero gli unici depositari dello scibile nautico ....
ovviamente bisogna distinguere come intutte le cose ci sono costruttori e costruttori come anche cantieri e cantieri
Allegato:
DSC_0063 [640x480].JPG
DSC_0063 [640x480].JPG [ 78.67 KiB | Osservato 2049 volte ]
Allegato:
DSC_0026 [640x480].JPG
DSC_0026 [640x480].JPG [ 102.89 KiB | Osservato 2048 volte ]
Allegato:
DSC_0188 [640x480].JPG
DSC_0188 [640x480].JPG [ 114.79 KiB | Osservato 2048 volte ]
.
come si vede dalle foto ....vorrei però analizzare la cosa in modo obbiettivo :
innanzitutto nel valutare la bontà di una ac bisognerebbe prima verificare la provenienza del progetto poichè su internet è facile trovarne gratis anche di barche "importanti" in reltà penso che tale valutazione dovrebbe spettare prima di tutto al costruttore stesso , poichè ritengo che il corretto dimensionamento di un'imbarcazione non sia cosa banale andrebbe lasciata a persona di sicuro affidamento dunque personalmente diffiderei dalla parola gratis anche se sappiamo che fin dai tempi antichi che 4 tronchi legati galleggiano ma non sono barca :lol: :lol: ...
Dunque un primo elemento di valutazione a mio modesto parere sarà proprio il progetto e di conseguenza il progettista chiaramente un progetto andrà pagato ( e meno male ) consideriamo però che tale costo inciderà marginalmente sul prodotto finito (ma probabilmente eviterà spiacevoli sorprese) in sostanza non è il caso di risparmiare lì ...tra l'altro chi dice che autoocostruzione fa rima con risparmio?
La mia barca finita è costata circa 12k (diluiti in 6 anni) a quel costo quante barche di serie avrei potuto comprare sia nuove che usate? A onor del vero devo precisare che per ottenere un prodotto analogo ,intendendo costruito con la stessa qualità di materiali epossica carbonio ecc il costo reale sarebbe sicuramente più verso i 30 k che non la cifra di cui sopra quindi in un certo senso ho risparmiato :mrgreen: ma la grande verità è che uno si costruisce la barca x il piacere di farlo e tale piacere si manifesterà nell'estrema cura delle lavorazioni nonchè nella grande qualità dei materiali usati cosa che , come penso sia noto ai più non sempre accade nella produzione di grande serie .....
Mi chiedo quindi se scartare a priori una barca di 4 anni solo perchè autocostruita ( sono di parte quella barca la conosco ci ho navigato anche in condizioni severe così come conosco il costruttore ) a favore di una sicuramente valida come ad es il micropomo ma che come minimo avrà 5 volte l'età della prima ...sia cos a buona e giusta ...
aggiungo questo uteriore spunto :
Alcuni anni fa sono intervenuto sulla barca (un micro pomo) di Daino (il Drugo) che aveva appena acquistato ad un prezzo tra i 4,4 e 5 k (amore a prima vista) , la barca in oggetto aveva se non ricordo male 25 anni e presentava seri problemi strutturali la tuga "molleggiava" fortemente , aveva un buco su una fiancata e per finire presentava una delaminazione diffusa dello specchio di poppa con lo scafo a tal punto da essere a rischio di cedimento definitivo...tali situazioni erano generate ovviamente dal tempo ma soprattutto dalla qualità dei materiali usati nella costruzione , resine poliesteri e mat anzichè tessuti e epox (mi direte erano altri tempi .... appunto dico io) l'intervento fatto in amicizia era costato il costo dei materiali tuttavia un analogo intervento fatto da un cantiere cosa sarebbe costato? poico poc 1k ed ecco che grosso modo si ritorna al budget di partenza ma .... le vele ? il resto dell'attrezzatura?
In sostanza in una situazione come quella in esame voi come vi comportereste?

p.s a volte le apparenze ingannano la prima foto rappresenta un ingegnere chimico polacco che partecipò ad un velaraid costruendo quella sorta di catamarano in una settimana raccogliendo letteralmente rottami qua e la intorno a san giuliano unica cosa non trovata era il motore che andava con un bio carburante di sua invenzione...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 14:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3324
gianduia70 ha scritto:
p.s a volte le apparenze ingannano la prima foto rappresenta un ingegnere chimico polacco che partecipò ad un velaraid costruendo quella sorta di catamarano in una settimana raccogliendo letteralmente rottami qua e la intorno a san giuliano unica cosa non trovata era il motore che andava con un bio carburante di sua invenzione...



:shock: :shock: :shock:

qualche info in più?



condivido tutto quello che dice Gianduia e con l'esperienza ho scoperto che spesso viviamo di paranoie e conosco gente che con 4 tronchi legati naviga molto di più di chi ha una barca nuova da cantiere.

_________________
Piccolo è meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 14:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3324
otto ha scritto:
Ciao a tutti , il prezzo e' una base d 'asta
io ho preso una barca simile contest 25 conyplex del 1968 limite carrellabile nel 2007
ci ho lavorato 9 anni a tempo perso e la settimana scorsa ha ripreso a galleggiare ,pagata 6000 euro ad oggi dopo il lavoro fatto, ore incalcolabili ma motivate da grande passione alla fine dei conti ci ho speso 25000 euro mi e' rimasto buono solo la struttura cambiato anche il motore asse ed elica messo nuovo, oggi sono contento perche' in altro modo non avrei la barca pero' ho fatto tutto io la soddisfazione e' impagabile ma i costi ??????
La cosa che sciocca chi la vede e se ne intende e' il fatto di vedere una barca di 50 anni fa completamente nuova :o e mi fanno i complimenti per questo ...... :oops: Mahhh ragazzi quante volte gli avrei dato fuoco per lo scoraggiamento non potete immaginare

_________________
Piccolo è meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: 14/03/2011, 19:56
Messaggi: 892
ciao Luca bentornato è sempre un piacere quando ti palesi sul forum, x quanto riguarda le notizie sul tipo del catamarano so poco altro forse paddy si ricorderà qualche altra info ,invece si potrebbe discutere su:
io ho preso una barca simile contest 25 conyplex del 1968 limite carrellabile nel 2007
ci ho lavorato 9 anni a tempo perso e la settimana scorsa ha ripreso a galleggiare ,pagata 6000 euro ad oggi dopo il lavoro fatto, ore incalcolabili ma motivate da grande passione alla fine dei conti ci ho speso 25000 euro mi e' rimasto buono solo la struttura cambiato anche il motore asse ed elica messo nuovo, oggi sono contento perche' in altro modo non avrei la barca pero' ho fatto tutto io la soddisfazione e' impagabile ma i costi ??????
La cosa che sciocca chi la vede e se ne intende e' il fatto di vedere una barca di 50 anni fa completamente nuova :o e mi fanno i complimenti per questo ...... :oops: Mahhh ragazzi quante volte gli avrei dato fuoco per lo scoraggiamento non potete immaginare
secondo me un'operazione del genere deve partira da un prezzo di acquisto irrisorio se ha dovuto rifaretutto è evidente che la barca era conciatissima poi come dicevo la passione e il piacere del fare possono portare a risultati meravigliosi


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 16:50 
Non connesso

Iscritto il: 14/03/2011, 19:56
Messaggi: 892
p.s ad ottobre la mia signora avrà delle ferie sto giro non scappi veniamo a trovarvi... si può?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 17:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/02/2010, 15:13
Messaggi: 3324
a ottobre compio gli anni!

ho appena tirato il sasso anche a Giorgio.

Sono anni che voglio interrogarti

_________________
Piccolo è meglio


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 27/08/2016, 17:35 
Non connesso

Iscritto il: 14/03/2011, 19:56
Messaggi: 892
ok questa sera mi documento sulle date esatte e poi mettiamo in moto la potente macchina organizzativa


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 28/08/2016, 17:48 
Non connesso

Iscritto il: 19/09/2014, 10:48
Messaggi: 346
margutte ha scritto:
a ottobre compio gli anni!

ho appena tirato il sasso anche a Giorgio.


ok ottobre. Andata.
così ti racconto quello che so della barca - anzi delle barche -di Oggy (è bulgaro, non polacco) .Tuttavia se vuoi sentire dalla sua viva voce un sunto della sua vita&opere lo puoi trovare fino al 9 settembre (forse) all'isola di San Giuliano (ad un miglio dal CVC).
E' un patito di catamarani come te.
E' uno spirito anarchico . Al suo confronto tu sei un rigido bacchettone svizzero patito dei lavori di precisione.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 29/08/2016, 9:11 
Non connesso

Iscritto il: 24/06/2016, 14:25
Messaggi: 153
Ciao gianduia70, grazie per queste riflessioni e precisazioni che mi stavano per sfuggire, le ritengo giustissime. La parola "autocostruzione" in un primo momento mi ha portato a una distorsione del giudizio, questo perchè non sono esperto, non so niente di barche, di autocostruzione e di nautica, quindi non avendo informazioni ed esperienza mi trovo a prendere decisioni in condizioni di incertezza e di pregiudizio. Io non sono una persona molto brava nel "fai da te", quindi ho pensato a che pasticcio di barca avrei fatto io xD, ma una persona che decide di autocostruirsi una barca è molto probabile che sia una persona che lo faccia con passione, e io vorrei trovare una barca che sia stata trattata con passione.

Quindi per fortuna il mio ragionamento non si è fermato li, ho cercato la barca che mi hai consigliato, ho visto le foto e qualche informazione che ho trovato e l'ho salvata nella cima della mia lista :D , ma solo perchè esteticamente mi è proprio piaciuta. Purtroppo non credo che sia saggio scegliere una barca solo perchè mi piace esteticamente, allora continuando il ragionamento ci sono un po di cose che mi chiedo:

Un modello autocostruito ha meno barche in circolazione e quindi meno armatori con cui confrontarsi ma sopratutto avere informazioni sulla barca?

Una barca autocostruita è adatta ad una persona con poca manualità nei lavori ed esperienza nautica?

È piu difficile valutare la qualità, lo stato, le doti di una barca autocostruita?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il valore di un autocostruzione
MessaggioInviato: 29/08/2016, 11:28 
Non connesso

Iscritto il: 14/03/2011, 19:56
Messaggi: 892
fabry ha scritto:

Una barca autocostruita è adatta ad una persona con poca manualità nei lavori ed esperienza nautica?


È piu difficile valutare la qualità, lo stato, le doti di una barca autocostruita?

Un modello autocostruito ha meno barche in circolazione e quindi meno armatori con cui confrontarsi ma sopratutto avere informazioni sulla barca?


rispondo alle questioni poste giustamete da fabry alcune risposte avranno un carattere generale altre saranno più specifiche rispetto alla barca i19:
la prima risposta è si poichè prendere una barca con pochi anni di navigazione autocostruita significa che: 1 è nuova (in tutte le sue parti) 2 sono state già state apportate tutte le migliorie e i ritocchi del caso emersi durante le prime navigazioni .
lo stesso varrebbe su una barca di serie (ma cambiando il budget)
devi considerare che a prendere una barca usata "vecchia" ben difficilmente potrai evitare interventi che potranno andare da semplicemente fare carena a problemi legati all'osmosi all'attrezzatura logora ecc. e anche in quel caso seiin grado di valutarli prima dell'acquisto?
nello specifico tormentina è perfettamente pronta alla navigazione necessita solo di essere messa in acqua , poi andrebbe valutato se per caratteristiche può soddisfare le tue esigenze:
qui posso risponderti a ragion veduta io cercavo una barca che mi consentisse un campeggio nautico senza sacrificare troppo le prestazioni veliche x semplificare io ho una tenda canadese non un camper ....
se cerchi un camper non va bene neanche il micro pomo ti serve un viko
pozzetto il mio pozzetto è grande come quello di un j24 in 5 ci si stà più che comodi
in fine qualità nautiche non avendo compromessi x quanto riguarda la vivibilità risulta molto più barca considera che ha un bulbo di più di 200kg e pesca 1,6 circa ha una spinta residua in testa d'albero a barca sdraiata a 90° di circa 40kg ne sono state prodotte alcune per navigazioni d'altura (L'Idea 19, piccolo monotipo d'altura, se autocostruito , può navigare come natante entro le 6 miglia dalla costa senza necessità di collaudo, come natante entro le 12 miglia dopo aver effettuato il collaudo, come imbarcazione senza limiti dalla costa, dopo aver ottenuto l'iscrizione al RID ) tanto per sottolineare l'importanza del progetto.
x la cronaca la mia esperienza nautica era solo dovuta agli imbarchi occasionali qua e là su barche di amici ...attualmente dopo nemmeno 2 stagioni ( è stata varata a luglio 2015) ho all'attivo circa 60 uscite giornaliere + una minicrociera di 4gg.

non solo non è difficile verificare la qualità ma al contrario è semplicissimo e sicuramente più facile che non su barche di serie poichè tutti gli autocostruttori tendono a postare sui vari siti la documentazione delle fasi di realizzazione della barca ... basta guardare x farsi una chiara idea anche se non si è esperti ( se cerchi qui troverai qualche pagina relativa alla mia barca ti invito a perderci un pò di tempo secondo me potrebbe servirti).
per contro ad esempio ribaltando la domanda sai come veniva costruito il micro pomo ? con quali materiali ? ecc. esistono video foto ecc. sull'argomento ?
a terminare il discorso ovviamente c'è da dire che attualmente in Italia ci sono se non sbaglio una dozzina di i19 contro non so quanti pomi.... nel mondo non so visto che il progetto originale era il TLC di dudley dix un famoso progettista specializzato in progetti x autocostruzioni in ogni caso si tratta di una barca stra collaudata.
in ogni caso qualunque sia la barca scelta prima o poi ti dovrai confrontare necessariamente con la necessità di fare piccoli interventi .....fattene una ragione


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC +1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it